Quantcast

Volontariato ponte fra le generazioni: convegno con Rebecchi (Croce Bianca)

Il 26 Novembre 2011 si terrà a Bologna la settima Conferenza regionale del volontariato. In vista di tale evento è stato organizzato delle province di Rimini, Forlì-Cesena, Ravenna, in data di domani, sabato 28 Ottobre 2011 a Rimini, un convegno dal titolo “Volontariato un ponte fra le generazioni. Obiettivo il bene comune”.

Più informazioni su

In data 26 Novembre 2011 si terrà a Bologna la settima Conferenza regionale del volontariato. In vista di tale evento è stato organizzato delle province di Rimini, Forlì-Cesena, Ravenna, in data di domani, sabato 28 Ottobre 2011 a Rimini, un convegno dal titolo “Volontariato un ponte fra le generazioni. Obiettivo il bene comune”.

La tematica sarà presentata da Andrea Canevaro (Docente di Scienza dell’Educazione dell’Università di Bologna) e, successivamente all’introduzione dell’Assessore alla Promozione delle Politiche Sociali dell’Emilia Romagna, Teresa Marzocchi, si terrà un intervento di Paolo Rebecchi.

Paolo Rebecchi, Vice Coord. Prov.le ANPAS PC, in data domenica 23 Ottobre 2011 a Sant’Ilario Enza in Provincia di Reggio Emilia, è stato eletto Consigliere Regionale ANPAS Emilia Romagna, insieme alla concittadina Claudia Boselli, anch’essa presente a Rimini il 28 Ottobre 2011.

E’ stato richiesto a Paolo Rebecchi un intervento mirato sull’argomento “Giovani e Volontariato, coinvolgimento e partecipazione”.

La conferenza è traversale a tutto il mondo del volontariato ed  è con orgoglio che comunichiamo, che è stato scelto di prendere come riferimento regionale la realtà delle Pubbliche Assistenze piacentine, in virtù del loro essere forti veicolatori di giovani verso il volontariato. Al rappresentante delle P.A. della nostra provincia, viene chiesto di esportare questa filosofia, utilissima in un momento di crisi come quello che sta attraversando il nostro paese.
Un’altra piacentina sarà coinvolta nella “scaletta” di interventi previsti in data di domani: Laura Groppi dell’Osservatorio Regionale del Volontariato, che porterà i Saluti dell’Osservatorio.

In sintesi l’intervento di Paolo Rebecchi conterrà cenni di cosa è e cosa fa ANPAS (ASSOCIAZIONE NAZIONALE PUBBLICHE ASSISTENZE) EMILIA ROMAGNA:

Composta da 111 Associazioni, 22.000 Volontari, 100.000 Soci Sostenitori.
Si occupa di:
-SOCCORSO SANITARIO IN CONVENZIONE CON IL 118
-PROTEZIONE CIVILE
-TRASPORTI SANITARI
-TRASPORTI DISABILI
-INTERVENTI SOCIALI
-ASSISTENZA SANITARIA AD EVENTI DI QUALSIASI TIPOLOGIA
-PREVENZIONE
-FORMAZIONE
-SERVIZIO CIVILE
-ADOZIONI INTERNAZIONALI
-INTERVENTI INTERNAZIONALI

Rispetto alle modalità per avvicinare i giovani al volontariato Rebecchi spiegherà come, con una strategia di comunicazione alla pari, simpatica ma autorevole, chiara ed entusiasta, ricca di spunti umani e storie vere (da raccontare) … forti (ma non troppo), avventurose, umane ma soprattutto NORMALI (che possono capitare a ciascuno di noi) … i giovani possano sentirsi accolti, valorizzati ed anche supportati da guide forti e sicure.

Una volta inseriti nelle realtà di volontariato i ragazzi vanno anche saputi “tenere nel volontariato”, senza “lasciarseli scappare”; lo si può fare tramite l’aggregazione, la flessibilità ma nel rispetto delle regole e soprattutto motivandoli con progetti sempre nuovi, attuali ed al passo coi tempi.

Anche il clima è un aspetto importante rimarca Rebecchi, sul quale è necessario ricordarsi di lavorare costantemente. Esso deve eliminare inutili conflitti, essere familiare per poter affrontare quando possibile e con  discrezione anche le problematiche private; è necessario stimolare e sviluppare le potenzialità dei singoli, in un CLIMA VERO e CONCRETO…dove anche chi Dirige abbia la voglia di sporcarsi le mani, mantenendo il contatto con “la strada…” per poter fornire ai più giovani il giusto slancio ed entusiasmo nelle cose, che si fanno TUTTI INSIEME.

A riguardo del TURNOVER fisiologico dei ragazzi tra i 18 ed i 25 anni verranno citate le seguenti cause al quale lo si imputa:

-30 % PROBLEMI NELLA VITA LAVORATIVA E/O STUDENTESCA
-30 % CAMBIO DELLO STILE DI VITA (MATRIMONIO, CONVIVENZA)
-15 % PROBLEMI NELLA VITA FAMILIARE (MALATTIE, PROBLEMATICHE VARIE, ECC…)
-10 % MANCANZA DI IMPEGNO
-10 % MANCANZA DI ADATTABILITA’ AL RUOLO (CAUSA PAURA, DISAGIO, ECC…)
-5 % SCARSO RISCONTRO RISPETTO LE ASPETTATIVE

“Nell’Anno europeo del volontariato, l’appuntamento del 26 novembre assume un valore particolare – ricorda l’assessore Teresa Marzocchi – Insieme a tutti gli “attori” che ne fanno parte, faremo non solo il punto su questo ricco patrimonio che in Emilia Romagna ha raggiunto negli anni forme e dimensioni davvero ragguardevoli (quasi 3000 organizzazioni iscritte al registro regionale, più di 600.000 soci aderenti, oltre 100.000 volontari “attivi”). Ma soprattutto rifletteremo sulle strategie per lo sviluppo del volontariato nei prossimi anni, e sul suo ruolo – fondamentale – nell’affiancare cambiamenti e bisogni della nostra società e della sua crescita in un’ottica sostenibile, intelligente e inclusiva”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.