Legge di stabilità, prorogati per il 2012 gli ammortizzatori sociali in deroga

Paparo: "Conferma importante. Ai centri per l’impiego consulenza e assistenza per i cassintegrati e per chi è in mobilità"

La recente Legge di Stabilità ha prorogato per l’intero 2012 la possibilità di accedere agli ammortizzatori sociali in deroga (quali la cassa integrazione guadagni e l’indennità di mobilità). I prossimi passaggi saranno l’assegnazione alle Regioni delle necessarie risorse finanziarie con appositi decreti ministeriali e l’eventuale emissione di indicazioni operative da parte della Regione Emilia – Romagna.

“Si tratta – commenta l’assessore provinciale Andrea Paparo – di un’importante conferma, per affrontare le situazioni di difficoltà che ancora permangono in diversi settori, nonostante l’utilizzo della Cassa Integrazione Guadagni sia notevolmente diminuito rispetto ai periodi precedenti. La Provincia, attraverso i Centri per l’Impiego, continua la sua azione di consulenza, assistenza e promozione nei confronti dei lavoratori coinvolti, dei datori di lavoro, delle associazioni datoriali e dei consulenti. A tale proposito, dalla fine del 2009, circa 1500 lavoratori sono stati chiamati presso i Centri per l’Impiego. Significa che nella nostra provincia tutti i lavoratori sospesi o licenziati con ammissione agli ammortizzatori sociali in deroga sono stati chiamati sia individualmente che successivamente in appositi seminari per illustrare obblighi e opportunità per i lavoratori in Cassa Integrazione Guadagni o in lista di mobilità.

”La legge di stabilità – continua l’assessore Paparo – contiene diversi provvedimenti in materia di lavoro, in parte innovativi rispetto al passato, in parte di conferma di provvedimenti già attivi negli anni precedenti. Mi riferisco, in particolare, alle agevolazioni per chi assume un lavoratore in CIG in deroga anche a tempo determinato, il mantenimento dei miglioramenti della quota di integrazione per i Contratti di Solidarietà e la facoltà di accedervi anche per datori di lavoro che non rientrano nel campo di applicazione della Cassa integrazione straordinaria, l’anticipo del trattamento di CIG a fronte di avvio di attività autonoma, la possibilità di accedere alla Cassa integrazione straordinaria e alla indennità di mobilità per imprese commerciali e agenzie di viaggio con oltre 50 dipendenti nonché di vigilanza superiori a 15 dipendenti, la possibilità di iscrizione in lista di mobilità anche per i licenziati da imprese con meno di 16 dipendenti. Importante innovazione per quanto riguarda l’apprendistato. Nell’ambito della riforma dell’istituto (il 29 novembre prossimo la Provincia promuoverà un seminario ad hoc), è previsto uno sgravio contributivo pari al 100% per datori di lavoro con organico pari o inferiore alle nove unità che assumono apprendisti”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.