Agriturist Piacenza, luci ed ombre fra Natale e Capodanno

Per l'ultimo dell'anno Gianpietro Bisagni, Presidente di Agriturist Piacenza rinnova l’invito: “I nostri agriturismi sono pronti ad offrirvi spazio ed accoglienza per festeggiare l’inizio del 2012 in compagnia, in un ambiente informale e con ottimi prodotti della cucina tradizionale".

Più informazioni su

Agriturist Piacenza tira le fila di un anno difficile. La crisi economica ha penalizzato il potere d’acquisto delle famiglie che hanno tagliato su vacanze e pranzi fuori casa. Il bilancio, tuttavia,
per gli agriturismi piacentini associati a Confagricoltura non è del tutto negativo. Certo, il trend di crescita ha subito un assestamento, ma si può dire che, tutto sommato, i numeri sono stati quelli del 2010. Con un calendario che non ha giocato a favore: pochi ponti e festività cadute di domenica, chi ha deciso di assaporare i piatti genuini delle aziende agrituristiche o di trascorrere qualche giorno nella rigenerante campagna piacentina ha concentrato le presenze. Non è dunque mancato il tutto esaurito per il primo maggio, classica data per la prima gita fuori porta; tutto completo anche per ferragosto quando, complice la crisi, molti hanno preferito qualche giorno in campagna alla più costosa vacanza tradizionale.

Venendo a fine anno, Gianpietro Bisagni, Presidente di Agriturist Piacenza rinnova l’invito: “I nostri agriturismi sono pronti ad offrirvi spazio ed accoglienza per festeggiare l’inizio del 2012 in compagnia, in un ambiente informale e con ottimi prodotti della cucina tradizionale. La maggior parte delle nostre strutture sono il luogo ideale per ritrovarsi con gli amici prevedendo anche spazi e giochi adatti ai bambini, che certo non possono reggere il tradizionale cenone in punta di forchetta. Piacenza è vicina anche ad altre grandi città e da qualche anno i nostri agriturismi per San Silvestro registrano il tutto esaurito, per questo, invito gli indecisi ad affrettarsi, perché scattano sempre le prenotazioni dell’ultimo minuto: al momento risulta già prenotato circa l’80% dei posti disponibili e sono diverse le strutture che ci hanno comunicato il tutto esaurito”.

Il Natale appena trascorso, invece, poteva andar meglio sottolinea Bisagni: “ Le presenze natalizie si sono rivelate un po’ al di sotto delle attese, speravamo che le famiglie scegliessero di trascorrere la domenica fuori casa, ma molti italiani amano passare il Natale tra le mura domestiche, magari acquistando prima i prodotti da mettere in tavola proprio nelle nostre aziende. E’ cresciuto, in tal senso, il lavoro pre-natalizio e molte strutture hanno preparato migliaia di cesti regalo con le eccellenze del nostro territorio. Alcuni agriturismi hanno anche fatto rete preparando confezioni con le prelibatezze di più aziende agricole. E per capodanno, se non potete andare agriturismo, mettete in ogni caso in tavola i nostri salumi, abbinate i nostri formaggi con il miele e le confetture che prepariamo in azienda, brindate con le bollicine nostrane: il risultato sarà eccezionale, oltre che conveniente. Auguri
dunque, per un 2012 migliore”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.