Aperto il cavalcaferrovia Inaugurazione con Babbo Natale FOTO foto

Sono stati il sindaco Reggi, l’assessore alle Opere pubbliche Ignazio Brambati e l’assessore alla Mobilità Pierangelo Carbone, tutti con berretto da Babbo Natale d’ordinanza in testa ad aprire il corteo inaugurale del cavalcaferrovia. Il trio é stato trasportato su una carrozza a cavalli, seguita da auto storiche e auto elettriche.

Più informazioni su

Sono stati il sindaco Reggi, l’assessore alle Opere pubbliche Ignazio Brambati e l’assessore alla Mobilità Pierangelo Carbone, tutti con berretto da Babbo Natale d’ordinanza in testa ad aprire il corteo inaugurale del cavalcaferrovia. Il trio é stato trasportato su una carrozza a cavalli, seguita da auto storiche e auto elettriche.
Questo pomeriggio alle 15 è stato inaugurato ufficialmente il nuovo cavalcaferrovia fra Diete di Roncaglia e via XXI Aprile. A presentare alla città l’importante infrastruttura prima parte del collegamento Est-Ovest della futura tangenziale Nord, è stato il sindaco di Piacenza Roberto Reggi, gli assessori alle Opere Pubbliche e Mobilità, Ignazio Brambati e Pierangelo Carbone e Aldo Isi, della direzione territoriale di produzione di Bologna di Rfi (Gruppo Ferrovie dello Stato) che ha cofinanziato l’opera.

L’inaugurazione si è accompagnato ad uno scenografico carosello storico, rappresentativo dell’evoluzione dei mezzi di trasporto: prima sfileranno le carrozze a cavalli, poi le auto e le moto storiche, cui seguiranno quelle attuali e infine quelle elettriche. Il carosello partirà dalla rotatoria della Cementirossi per arrivare di fronte al ristorante Po, dove’era previsto un brindisi finale.

“La nuova bretella permetterà di collegare Le Mose a via XXI Aprile, alleggerendo il traffico sulla zona di via Colombo e della stazione – ha commentato il sindaco – Con questa opera si chiudono gli interventi principali di modifica della viabilità della città: posso dire di essere soddisfatto e di aver potuto realizzare il 90% degli impegni che avevamo progettato”. 

Il cavalcaferrovia è lungo 265 metri ed è pensato per il traffico medio-pesanto; la velocità massima sarà di 50 Km/h e attraverserà due linee ferroviarie, la Bologna-Milano e la Piacenza-Alessandria. “Abbiamo avuto parecchie difficoltà nella realizzazione dell’opera visto che durante gli scavi abbiamo trovato diversi ordigni bellici e siamo andati incontro ad inverni, soprattutto quello del 2009, molto rigidi” ha sottolineato l’ingegnere Aldo Isi della Rete Ferroviaria italiana.



Tanti i commenti dei politici all’inaugurazione, sia dei candidati sindaci alle Primarie del centrosinistra che del centrodestra.

Raggi (IdV): “L’opera alleggerirà il traffico su vie trafficate della città”. Anche Samuele Raggi, candidato sindaco dell’Italia dei Valori alla primarie del centro sinistra, era presente oggi all’inaugurazione del nuovo cavalcaferrovia di Piacenza, infrastruttura che permetterà di collegare Le Mose a via XXI Aprile, alleggerendo così il traffico sulla zona di via Colombo e della stazione. .

Cacciatore (Pd): “Lavorare per il passaggio a nord ovest”. Il candidato sindaco del centrosinistra Francesco Cacciatore guarda al futuro viabilistico di Piacenza focalizzando l’attenzione sulla necessità di decongestionare i principali assi viari della città e di migliorare la qualità ambientale della Primogenita. Lo fa dal nuovo cavalcaferrovia che unirà Diete di Roncaglia a via XXI Aprile, opera che va esattamente nella direzione tracciata dal vicesindaco, presente oggi all’inaugurazione dell’infrastruttura lunga 265 metri. Un’opera, come ha sottolineato il candidato alla carica di primo cittadino, «che riduce i tempi di percorrenza sull’asse Est-Ovest e che scarica importanti assi viari, come via Colombo, portando a una riduzione del traffico del 30 per cento e aumentando le potenzialità di riqualificazione di quell’asse». L’infrastruttura inaugurata oggi fa parte di una serie di interventi che «completano un progetto di viabilità alternativa che aiuterà a scaricare dal traffico la città, a ridurre l’impatto ambientale e l’inquinamento». Obiettivi che Cacciatore si prefigge di perseguire anche nei prossimi anni, attraverso la realizzazione dei progetti contenuti nel nuovo Psc, che comprendono una nuova soluzione per il passaggio a Nord-Ovest con il superamento della bretella dell’A21: «Sarebbe un grande risultato, si tratta di lavorare con altre Regioni e con altre Province a un progetto di pianificazione di area vasta: questo comporta complicazioni dal punto di vista istituzionale, ma rappresenta un grande obiettivo per migliorare l’ambiente a Piacenza». 

Botti e Civardi (Pdl): “Ricordarsi della zona nord della città”. “Abbiamo assistito, da semplici cittadini, alla inaugurazione del cavalcaferrovia che dalla zona del cimitero porta a Via XXI Aprile. Un’opera, questa, molto importante per la città di Piacenza e per la quale dobbiamo ringraziare le Ferrovie dello Stato. Pensata già nel 1995, attraversando diverse amministrazioni comunali, giunge oggi a compimento. Ci auguriamo che questa opera possa costituire una valida valvola di sfogo alla pesante situazione viabilistica che sta affliggendo la parte Nord della nostra città, in particolare dopo le avventate scelte dell’Amministrazione Reggi con il restringimento di Via Caorsana e la “brillante” idea di costruire due rotatorie-imbuto sul Piazzale della stazione ferroviaria. Ci auguriamo, inoltre, che la conclusione dei lavori, durati due anni, invogli l’Amministrazione comunale ad attivare delle iniziative volte alla valorizzazione di questa zona della città, del tutto abbandonata a sé stessa dopo il crollo del Ponte sul Po del 2009. Spiace che si sia tentato di trasformare l’inaugurazione di oggi, da parte di un consigliere comunale particolarmente goliardico, per usare un eufemismo, in una passerella del Partito Democratico, arrivando a partecipare al corteo automobilistico sventolando dalla sua macchina una bandiera del partito di Bersani: certo non un bel modo per fare crescere insieme la città, ma solo per rendersi inviso a più della metà di essa”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.