Educazione cooperativa, premiato il miglior progetto al Romagnosi

In occasione della chiusura del progetto di “Educazione cooperativa”, promosso da Confcooperative, in collaborazione con l’ente di formazione Irecoop e l’istituto ITC Romagnosi di Piacenza, che ha coinvolto circa 90 ragazzi

Più informazioni su

In occasione della chiusura del progetto di “Educazione cooperativa”, promosso da Confcooperative, in collaborazione con l’ente di formazione Irecoop e l’istituto ITC Romagnosi di Piacenza, che ha coinvolto circa 90 ragazzi delle classi quarte dell’istituto cittadino, sono stati presentati i progetti d’impresa cooperativa elaborati dai ragazzi durante il percorso ed è stato proclamato e premiato il progetto imprenditoriale giudicato vincitore.
 
Erano presenti, oltre al presidente di Confcooperative Francesco Milza, il Dirigente dell’Istituto “Romagnosi” professor Franco Balestra, l’assessore provinciale alle Politiche del Lavoro Andrea Paparo e la Presidente del comitato per la promozione dell’imprenditoria femminile presso la Camera di Commercio di Piacenza Giuliana Biagiotti, che hanno fatto parte della commissione giudicatrice dei progetti. Erano inoltre presenti Stefano Spelta Direttore della cooperativa agricola ARP, Stefano Sfulcini, Direttore della BCC di Creta e Castel San Giovanni.
 
PREMESSA
La Confcooperative di Piacenza, attraverso il proprio Ente di formazione Irecoop Emilia Romagna Sede di Piacenza, ha attuato, all’interno di 4 classi quinte dell’Istituto Tecnico Commerciale “G. D. Romagnosi”, dei percorsi di “Orientamento alla cultura imprenditoriale cooperativa” per promuovere all’interno degli Istituti Superiori delle varie province della regione il modello dell’impresa cooperativa ed i valori di mutualità e solidarietà su cui si basa. 

OBIETTIVO DEL PROGETTO
Scopo di tali percorsi è quello di conoscere ed apprezzare il sistema cooperativo come valore di solidarietà e mutualità in alternativa al mero profitto individuale, coinvolgendo gli studenti in aspetti concreti dell’impresa cooperativa, non solo a livello di progettazione e costituzione, ma anche ipotizzando un vero e proprio piano di impresa, completo di statuto e business plan. 
 
I PERCORSI DI  EDUCAZIONE COOPERATIVA
Gli studenti infatti sono stati coinvolti in un percorso di 12 ore per classe, da animatori esperti, Monica Girometta e Monica Zanon, che li  hanno invitati a mettersi in gioco e a liberare potenzialità e idee, a sperimentare la condivisione di valori e finalità all’interno del gruppo classe, e a scommettere su un modo diverso di essere imprenditori, realizzando delle vere e proprie idee di impresa cooperativa. Ai ragazzi è stato chiesto quindi di individuare un’idea imprenditoriale originale, partendo dalla quale, con l’ausilio degli insegnanti, è stato elaborato dai ragazzi stessi un vero e proprio “progetto di impresa cooperativa”. 
 
IL CONCORSO “UN’IMPRESA COOPERATIVA GIOVANE
I lavori che sono nati da questo percorso sono stati presentati al Concorso “Un’impresa Cooperativa Giovane”, indetto appunto per premiare, tra le idee proposte, quella che maggiormente ha risposto ai requisiti di: innovazione, attinenza al contesto di riferimento, maggior coinvolgimento delle donne nell’organizzazione e gestione cooperativa (pari opportunità).
I lavori svolti sono stati valutati da una commissione composta da Andrea Paparo Assessore Provinciale al Lavoro e Formazione, da Francesco Milza, Presidente di Confcooperative Piacenza, da Giuliana Biagiotti, presidente del Comitato per la Promozione dell’Imprenditoria Femminile della Camera di Commercio di Piacenza.
 
I PREMI
Alla classe vincitrice del concorso è stato riconosciuto con la sponsorizzazione della cooperativa agricola ARP un premio di € 500 destinato ad acquisti o investimenti decisi dai ragazzi e dai loro insegnanti
All’Istituto Romagnosi, come ringraziamento per l’interesse dimostrato per l’iniziativa e per la collaborazione, è stato riconosciuto dalla cooperativa San Martino un ulteriore premio di € 500 destinato all’acquisto di attrezzature, in particolare 2 videoproiettori da utilizzare per le attività didattiche. 
E’ stato inoltre riconosciuto a tutti i 90 ragazzi e ragazze delle 4 classi coinvolte nell’iniziativa un premio offerto dalla Banca di credito cooperativo di Creta e Castel San Giovanni sotto forma di carta prepagata del valore di €.25 ciascuna, quale riconoscimento dell’impegno e del lavoro profuso da ciascuno di loro. 
 
 
 I PROGETTI   IN CONCORSO:
 
? “COMUNQUE VADA…VADO!!”  della classe 5° B  IGEA
? “SATURDAY NIGHT SERVICE” della classe 5° PB
? “L’ISOLA DELL’ARCOBALENO” della classe 5° PA
? “VIVI PIACENZA” della classe 5°A IGEA
 
 
IL PROGETTO VINCITORE:     “COMUNQUE VADA…VADO!!”  della classe 5° B IGEA,  è stato valutato come progetto più meritevole per le seguenti motivazioni:
 
il progetto coglie il bisogno di scambio e arricchimento culturale, creando condizioni di accessibilità per tutti i giovani e le relative famiglie, considerando un approccio di equità al tema del turismo  e del turismo giovanile
il progetto è un progetto di ampio respiro, coglie le problematiche del tempo presente e futuro, intuisce, al di là della domanda del presente,   il possibile sviluppo dell’impresa che potenzialmente è in grado di cogliere la domanda del futuro. E’ un progetto che guarda avanti!
Il progetto pone particolare attenzione al marketing e utilizza differenti strumenti per comunicare la propria progettualità d’impresa 
 
I ragazzi della 5°B IGEA:
Albergo Margherita
Anelli Laura
Calamari Simona
Cataldi Matteo
Culi Eralda
Dashi Greta
Erosevschi Cristina
Farina Gian Marco
Ferri Elisabetta
Fornasari Laura
Harunaj Flutura
Iaria Cinzia
Kaur Kivneet
Koceva Milena
Kuqi Bukurie
Mascellani Martina
Mazzoni Federico        Presidente della cooperativa “Comunque Vada…Vado!!”  
Milanesi Matteo
Pancini Chantal
Pasquali Francesca
Perplessi Miriana
Perrella Michele
Rapisarda Alessio
Repetti Giulia
Segalini Leonardo
Sorochuk Olena
Steccati Matteo
Barbat Andrei
Gazzolo Sara
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.