Quantcast

Sicurezza sul lavoro, un percorso formativo per gli studenti

Il progetto si propone di offrire agli studenti degli Istituti Tramello e Ranieri- Marcora un percorso formativo sulla sicurezza, aggiuntivo rispetto al normale programma didattico.

Più informazioni su

E’ stato sottoscritto questa mattina in Provincia il Protocollo d’Intesa per l’avvio del progetto  “Da studente a RSPP (Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione)”. L’iniziativa è una ulteriore e importante iniziativa per promuovere la sicurezza sul lavoro. Il documento è stato siglato dal presidente Massimo Trespidi; dal Davide Lumia, responsabile della sede Inail di Piacenza; da Giovanni Lombardi dell’’ Ausl; da Teresa Andenna, dirigente scolastico dell’istituto Agrario Ranieri Marcora; da Gian Paolo Binelli, dirigente scolastico dell’Istituto Tramello; da Giuseppe Cella di Assoservizi e da Aldo Silva, presidente dell’Ente Scuola Edile.

Il progetto si propone di offrire agli studenti degli Istituti Tramello e Ranieri- Marcora un percorso formativo sulla sicurezza, aggiuntivo rispetto al normale programma didattico, al fine di far acquisire loro le capacità e i requisiti professionali per lo svolgimento delle funzioni rispettivamente di: ASPP (Addetti al Servizio Prevenzione e Protezione) e RSPP (Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione). Nei giorni scorsi si è tenuto il primo incontro con gli studenti.

“Questa iniziativa – ha detto il presidente Massimo Trespidi – si inserisce nell’alveo delle azioni contenute nel Piano per le politiche del lavoro, che prevedono supporto e interventi per la diffusione della cultura  della sicurezza e della regolarità negli ambienti di lavoro. Questi interventi sono possibili grazie alla forte sinergia che lega i tanti attori del territorio. Obiettivo della Provincia è quello di allargare i partner e poter offrire così interventi anche in altri settori lavorativi per diffondere, soprattutto tra le nuove generazioni, una profonda cultura della sicurezza”

Non si tratta solo di promuovere la cultura della prevenzione e della sicurezza sul lavoro tra le nuove generazioni – commenta l’assessore Andrea Paparo – ma anche di offrire agli studenti una preparazione aggiuntiva, spendibile al termine del loro percorso scolastico. Un arricchimento curricolare oltre che personale che costituisce certamente un valore aggiunto. Il progetto – prosegue l’Assessore – prevede una prima fase sperimentale che coinvolge una ventina di studenti dei due Istituti tecnici l’“Alessio Tramello” e una volta terminata positivamente la fase sperimentale del progetto si effettuerà una valutazione per l’estensione anche agli studenti di altri Istituti Superiori della provincia, al fine di stabilizzare l’esperienza e poterla diffondere sul territorio”. “Oggi più che mai c’è bisogno di personale altamente specializzato capace di vigilare nei cantieri – ha detto Aldo Silva – che restano uno dei luoghi dove accade il maggior numero di incidenti”. Grande apprezzamento per l’iniziativa è stato espresso dalla dirigente dell’istituto Agrario Teresa Andena: “Diffondere il valore di  sicurezza nel mondo agricolo è assolutamente fondamentale – ha sottolineato – perchè l’agricoltura, insieme all’edilizia – rappresentano i due settori con maggiori criticità”. “Da anni Confindustria svolge azioni di formazione – ha detto Giuseppe cella – ma questo intervento è particolarmente importante perchè si rivolge ai giovani. Si tratta di un forte investimento sulle generazioni future”.

“Le scarse competenze costringono spesso le aziende a rivolgersi a consulenti – ha aggiunto Giovanni Lombardi – ma con queste azioni di formazione ci auguriamo che questi ragazzi, una volta inseriti nel mondo del lavoro, siano in grado di trasferire nel proprio settore di operatività quanto appreso”. “L’ianil – ha detto Davide Lumia – investe molto nella formazione e ci auguriamo di potere consolidare questa esperienza con il mondo scolastico e di poterla ampliare ad altri settori. Sono tanti gli studenti che hanno fatto richiesta di partecipare a questo primo corso e ci auguriamo che tutti portino a termine il percorso che certamente è impegnativo”. Infine, anche Gian Paolo Binelli, dirigente scolastico dell’Istituto Tramello ha ribadito il valore dell’iniziativa. “E’ una opportunità di arricchimento culturale e professionale che offriamo ai ragazzi e ci auguraimo possa costituire un incentivo nel trovare una collocazione nel mondo del lavoro”.

Tutti i soggetti coinvolti partecipano, ciascuno secondo le proprie competenze e funzioni al progetto: L’Azienda Usl, per esempio curerà l’organizzazione scientifica e l’elaborazione dei contenuti; mentre i due Istituti tecnici, oltre ad individuare gli studenti che possono partecipare al percorso formativo, metterà a disposizione gli Insegnanti che svolgeranno attività di assistenza e tutoraggio e le aule e le dotazioni informatiche necessari per la realizzazione del progetto; l’Ente Scuola Edile- CPT ed Assoservizi/Confindustria, si sono impegnati a realizzare i percorsi formativi; svolgere attività di coordinamento e direzione del percorso; fornire agli studenti il materiale didattico e individuare i docenti tra personale dotato di elevate conoscenze e competenze. Infine L’INAIL di Piacenza oltre a partecipare alla realizzazione del progetto, effettuerà il monitoraggio e la valutazione del progetto sperimentale, attraverso confronti periodici.

Obiettivo finale di questo progetto è l’avvio di percorso formativo stabile, volto a intervenire nella formazione culturale degli studenti che, una volta diplomati, si immetteranno nei due settori produttivi maggiormente a rischio l’edilizia e l’agricoltura”

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.