Cronaca, sospese le pubblicazioni. La solidarietà di Reggi

Con due comunicati, uno dell’assemblea dei soci e uno del Cdr, pur non condiviso pienamente dalla redazione, sulla Cronaca di oggi viene data la notizia della sospensione delle pubblicazioni a tempo indeterminato. Ai colleghi la solidarietà della redazione di PiacenzaSera.it

Più informazioni su

Con due comunicati, uno dell’assemblea dei soci e uno del Cdr, pur non condiviso pienamente dalla redazione, sulla Cronaca del 21 gennaio viene data la notizia della sospensione delle pubblicazioni a tempo indeterminato. Ai colleghi la solidarietà della redazione di PiacenzaSera.it

Con un post sul suo profilo Facebook il sindaco di Piacenza Roberto Reggi ha manifestato la sua vicinanza alla redazione, ecco il testo: Stasera passando davanti alla sede di Cronaca ho visto tutte le luci spente. Ho pensato al direttore e ai giornalisti che mi hanno fatto compagnia, in maniera anche molto vivace, nella straordinaria esperienza amministrativa di questi 10 anni. Ho provato una grande tristezza, come se si fosse chiusa una grande stagione di democrazia e pluralismo informativo che spero si possa ricostituire al più presto. Da parte mia farò il possibile perchè questo possa avvenire prima possibile. Vi sono vicino ragazzi, con affetto. Roberto

Vedi anche: “La Cronaca” a rischio stop. Trespidi: “Solidarietà ai lavoratori”  

Il comunicato dell’azienda.
L’assemblea dei soci di Nuova Informazione Società Cooperativa ha dunque deciso di sospendere le pubblicazioni de La Cronaca. Questo è l’ultimo numero che va in edicola. Decisione presa con la morte nel cuore ma non più rinviabile e i cui tempi non sono stati certo dettati dalla volontà dei soci. I ritardi nell’erogazione dei contributi 2010, le incertezze sul futuro dei giornali in cooperativa e la difficoltà nell’accesso al credito bancario sono le principali ragioni di questo triste epilogo. La benzina è finita e quando una macchina resta senza carburante, si ferma. Di solito, in queste circostanze, si dice che non è un addio ma un arrivederci e puntualmente non succede così. Qui invece diciamo che è un addio, confidando scaramanticamente che si tramuti invece in un arrivederci non troppo lontano. Un Grazie con la “g” maiuscola a quei dipendenti e collaboratori di Cronaca che ci hanno creduto (e che ancora ci credono) e che hanno continuato a lavorare consapevoli di non poter contare sul regolare pagamento degli stipendi. Un patrimonio umano da non disperdere. Grazie anche a tutti quelli che in queste ore ci hanno espresso la loro solidarietà. Speriamo di poterla ricambiare tornando in pista.

Il comunicato del Cdr. Il Comitato di redazione e i poligrafici de La Cronaca di Piacenza esprimono preoccupazione e rammarico per la decisione assunta ieri sera dall’assemblea dei soci di sospendere a partire da oggi la pubblicazione del quotidiano. Un annuncio, quello della sospensione delle pubblicazioni da parte dell’azienda, comunicato con eccessivo ritardo, nemmeno con un giorno di anticipo rispetto alla decisione presa. L’incertezza dell’erogazione dei contributi all’editoria del 2010 ha causato enormi difficoltà nell’accesso al credito, difficoltà che hanno costretto il corpo redazionale a fronteggiare, negli ultimi mesi, una situazione complicata e difficile. Pur in assenza di garanzie per il futuro (e in molti casi, di tutele), la redazione ha proseguito nello svolgimento del suo lavoro – nonostante i forti ritardi nei pagamenti che si protraggono tuttora – continuando a credere nell’importanza del compito svolto a servizio della città e dei piacentini. I dipendenti si augurano che venga trovata al più presto una soluzione, tramite il confronto con i sindacati, l’azienda e le istituzioni, per salvaguardare il futuro di tante famiglie. Il comunicato non è pienamente condiviso da alcuni componenti della redazione. 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.