L’ultima preghiera per Jasin. Il funerale con parenti e amici FOTO  foto

Una cerimonia essenziale e silenziosa, secondo il rito musulmano presieduto dall’Imam di Piacenza Mohamed Shemis. Parenti e amici hanno seguito commossi l’ultimo viaggio della salma del giovane

Più informazioni su

Jasin ora riposa nel cimitero di Quarto: RIP come continuano a scrivere anche in queste ore tanti amici sulla sua bacheca di Facebook.

Si sono tenute nel pomeriggio le esequie del giovane Jasin Hagi, il 21enne piacentino di origini somale ritrovato morto lo scorso 4 gennaio, all’esterno dalla nuova caserma dei vigili del fuoco.

Una cerimonia essenziale e silenziosa, secondo il rito musulmano presieduto dall’Imam di Piacenza Mohamed Shemis. Il padre di Jasin, parenti e amici hanno seguito commossi l’ultimo viaggio della salma del giovane dalla camera mortuaria dell’ospedale di Piacenza, fino al cimitero di Quarto dove Jasin è stato tumulato. 

Nei giorni scorsi l’esame autoptico aveva confermato l’assideramento quale causa del decesso del giovane che si era allontanato da casa nel giorno di Natale.

In serata in una chiesa di San Corrado gremita, il parroco don Pietro Petrilli ha presieduto una preghiera in suffragio di Jasin, alla quale hanno partecipato conoscenti e amici del 21enne. Il saluto serale si é tenuto in chiesa ma senza alcuna particolare liturgia, dato che la famiglia di Jasin è di fede musulmana.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.