Molestie a scuola su una 13enne, professore condannato

Atti sessuali con minorenne. E’ questa la pesante accusa con la quale è stato condannato ad un anno e due mesi di reclusione un professore piacentino di 59 anni, insegnante presso una scuola media cittadina. I fatti risalgono al 2010. Vittima delle sue morbose attenzioni una studentessa all’epoca 13enne.

Atti sessuali con minorenne. E’ questa la pesante accusa con la quale è stato condannato ad un anno e due mesi di reclusione un professore piacentino di 59 anni, insegnante presso una scuola media cittadina. I fatti risalgono al 2010. Vittima delle sue morbose attenzioni una studentessa all’epoca 13enne. La ragazza aveva raccontato come l’uomo da diverso tempo si fosse mostrato particolarmente gentile nei suoi confronti, rivogendole continui complimenti e offrendosi di supportarla nello studio. Un comportamento che la studentessa aveva interpretato positivamente. Con il passare dei giorni però, le attenzioni del professore erano diventate sempre più insistenti: il 59enne approfittava di ogni momento per restare solo con la ragazza, diventando sempre più audace e cercando con lei un contatto fisico. Abbracci, palpeggiamenti, baci sulle guance. Fino a quando l’insegnante si sarebbe spinto ancora più oltre, palpandola sotto i vestiti e tentando di baciarla sulla bocca. Episodio che la ragazza ha raccontato ad un’altra insegnante, che a sua volta si è rivolta al preside dell’istituto.

Da lì avevano preso il via le indagini degli uomini della sezione minori della squadra mobile, condotte anche attraverso intercettazioni telefoniche nelle quali l’uomo avrebbe espresso ad alcuni parenti la preoccupazione per quanto aveva fatto. Al termine degli accertamenti nell’aprile 2010, l’insegnante, nel frattempo sospeso, era stato denunciato. Nei giorni scorsi la condanna ad un anno e due mesi con rito abbreviato, al risarcimento dei danni e all’interdizione dall’insegnamento.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.