Premio della Bontà 2011 a Medici Senza Frontiere. Il 6 la consegna

 Il riconoscimento quest’anno guarda al meritorio operato ormai quarantennale dell’organizzazione medico-umanitaria.

Più informazioni su

Va a Medici Senza Frontiere il Premio della Bontà 2011 consegnato a Rustigazzo, un paesino dell’Appennino piacentino, nel comune di Lugagnano Val d’Arda. Il riconoscimento, che ha visto premiti nelle ultime due edizioni rispettivamente il dottor Guido Bertolaso, riconosciuto ancor prima che per i suoi importanti incarichi ai vertici della Protezione Civile, per l’impegno come medico in Africa e Cambogia, ai vertici dell’Unicef e il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco impegnati nel post-terremoto dell’Aquila, quest’anno guarda al meritorio operato ormai quarantennale dell’organizzazione medico-umanitaria.
“A ritirare il premio il 6 gennaio sarà il presidente nazionale Antonio Campopiano in persona – spiega Jonathan Papamarenghi, sindaco di Lugagnano Val d’Arda, il territorio che ha dato i natali a questo riconoscimento, attribuito da una giuria composta dalle istituzioni locali nonché dalle associazioni che operano nel territorio – a nome della più grande Organizzazione mondiale operante in ambito medico-umanitario e nata nel 1971 dalla cooperazione di medici e giornalisti. MSF fornisce soccorso in più di 60 paesi a popolazioni la cui sopravvivenza è minacciata da violenze o catastrofi dovute a guerre, epidemie, malnutrizione, esclusione dall’assistenza sanitaria o catastrofi naturali denunciando all’opinione pubblica le crisi dimenticate, contrastando abusi nel sistema degli aiuti e sostenendo una migliore qualità delle cure. Nel 1999 MSF ha ricevuto il premio Nobel per la Pace. Attraverso la Campagna per l’Accesso ai Farmaci Essenziali, MSF promuove un avanzamento nella diagnostica e nella cura di malattie che colpiscono soprattutto i più poveri del mondo; promuove anche l’adozione di farmaci necessari nella cura dell’AIDS. MSF ha anche richiamato l’attenzione sulla necessità di formulazioni pediatriche specifiche per i bambini con HIV/AIDS.”
“Credo che sia un biglietto da visita più che meritevole per un premio che vuole riconoscere i meriti di chi ha speso la propria vita per gli altri ed in particolar modo per gli ultimi e per le persone in difficoltà – continua Papamarenghi – ed in particolar modo in questo momento di forti difficoltà e crisi economica, che possono portare con se anche una crisi di valori, l’esperienza di Medici Senza Frontiere lancia un segnale forte, che con questo riconoscimento vogliamo riprendere e rilanciare: il segnale che i valori dell’ausilio, della cooperazione e dell’aiuto dei più deboli, anche in momenti di aspre prove, rappresenta le fondamenta su cui costruire, o ricostruire, una società matura e pronta per una nuova crescita”.
Il Presidente Campopiano, nonostante la tragedia che proprio in questi giorni ha colpito due volontari di Medici Senza Frontiere uccisi in un agguato a Mogadiscio, ha comunque confermato la sua presenza a Rustigazzo dove riceverà dalle mani del sindaco il premio appositamente disegnato dal Maestro d’Arte Orafa Giulio Manfredi, per dedicarlo proprio all’impegno di quei volontari tragicamente scomparsi.
Il premio è nato 27 anni fa, ma fino al 2009 era attribuito a livello locale, da allora in avanti il nuovo sindaco Papamarenghi ha voluto dargli un respiro nazionale ” anche per dare visibilità a una parte del nostro meraviglioso territorio nazionale spesso dimenticata dalle istituzioni – spiega – e che soffre di importanti problemi come la crisi economica e, soprattutto, lo spopolamento”.
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.