Quantcast

Disastro pendolare: con il sole 45 minuti di ritardo, con la neve?

Nuova puntata del diario pendolare di Massimiliano Max Davoli, tutti giorni in viaggio sulla tratta Piacenza - Milano.

Più informazioni su

Nuova puntata del diario pendolare di Massimiliano Max Davoli, tutti giorni in viaggio sulla tratta Piacenza – Milano.

All’arrivo nella stazione di Piacenza, la info visualizzata sul tabellone era di quelle che nebulizzerebbe in pochi istanti un elefante: treno reg (veloce) 2274 = 45 minuti di ritardo! Rassegnato e sempre più disperato, decido quindi di accomodarmi sul regionalissimo R20414 che è gia pronto al binario 6. Si, avete letto bene, accomodarmi! La “macchina” è costruita con materiale VIVALTO, il fiore all’occhiello del trasporto ferroviario regionale. Le carrozze sono riscaldate adeguatamente: magra consolazione, raggiungeremo Milano confortevolmente in ritardo, considerando che il convoglio, nonostante sia già pronto da un’oretta, riesce a partire alle 8.12 anzichè alle 8.09!

Il treno viaggia lento lento , ma si….. che fretta c’è? A Casalpusterlengo siamo già saliti a 12 minuti; scommetto che il treno ES9802 ci sta già mordendo le caviglie, sento i suoi denti affilatissimi aggredire le rotaie. Se dovesse superarci a Lodi scendo dal Vivalto e mi sdraio sui binari! Certo che se in una giornata “normale” come oggi abbiamo questo tipo di performance, cosa dovremo “vivere” domani, dato che è previsto un nuovo peggioramento meteorologico? E’ troppo buono il collega Ettore quando scrive che si tratta dell’ennesima “Caporetto”; qui stiamo perennemente “navigando” in balia di uno tsunami di cacca! Per la serie “dobbiamo riderci su”, mentre il treno stava viaggiando a singhiozzo verso Milano, dalle retrovie ho udito chiaramente un viaggiatore che diceva ridacchiando “Ma Schettino è stato assunto come macchinista?”

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.