Maltempo e ferrovie, la Regione: “Sanzioni contro Trenitalia”

“Quanto fatto dalle aziende – ha sottolineato l’assessore Peri – è stato ampiamente al di sotto delle necessità dei viaggiatori: occorre gestire al meglio situazioni di emergenza come questa. Ricorreremo alle sanzioni; per quantificarle attendiamo il ritorno alla completa normalità”.

Più informazioni su

“Attendiamo il ritorno alla normalità prima di quantificare l’ammontare delle sanzioni”. Così l’assessore alla Mobilità e Trasporti della Regione Emilia-Romagna Alfredo Peri durante l’incontro che si è svolto oggi con il Crufer, il Comitato consultivo regionale degli utenti ferroviari dell’Emilia-Romagna. Un incontro in cui si è fatto il punto sulla situazione dei servizi ferroviari regionali nei giorni del maltempo evidenziando i gravi disagi che si sono verificati, legati a una non efficace gestione della rete e al materiale rotabile, in buona parte obsoleto. “Quanto fatto dalle aziende – ha sottolineato l’assessore – è stato ampiamente al di sotto delle necessità dei viaggiatori: occorre gestire al meglio situazioni di emergenza come questa. Ricorreremo alle sanzioni; per quantificarle attendiamo il ritorno alla completa normalità”.

Nell’incontro di oggi la Regione ha proposto anche di restituire, attraverso le sanzioni, un parziale ristoro ai pendolari per i disagi subiti. Si è parlato infine della nuova gara per l’affidamento e la gestione dei servizi regionali: il contratto con il Consorzio trasporti integrati (Trenitalia e Fer) scade infatti a giugno. Una nuova gara che avrà come punti cardine “una maggiore qualità del servizio e la sostituzione di buona parte del materiale rotabile: altrimenti – ha concluso Peri – il rischio è di rincorrere sempre le emergenze e non compiere mai quel salto di cui c’è bisogno”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.