Quattro nuovi defibrillatori per i piccoli comuni

A dotarsi della strumentazione, grazie allo stanziamento provinciale di 6.500 euro, i Comuni di: Caminata, Cerignale, San Pietro in Cerro e Zerba. L’individuazione dei destinatari dei fondi è stata effettuata tramite un’indagine conoscitiva, tenendo conto della priorità dei comuni che erano sprovvisti di defibrillatori.

Quattro nuovi defibrillatori per i Comuni piacentini grazie al finanziamento della Provincia.

A dotarsi della strumentazione, grazie allo stanziamento provinciale di 6.500 euro, i Comuni di: Caminata, Cerignale, San Pietro in Cerro e Zerba. L’individuazione dei destinatari dei fondi è stata effettuata tramite un’indagine conoscitiva, tenendo conto della priorità dei comuni che erano sprovvisti di defibrillatori.

Nei giorni scorsi in Provincia sono arrivate lettere di ringraziamento e telefonate dei sindaci. Ieri a palazzo Garibaldi è stata recapitata la missiva del primo cittadino di Cerignale Massimo Castelli (coordinatore piccoli Comuni Anci Emilia Romagna) che ha espresso il proprio plauso all’iniziativa, parlando di “gesto di concreta attenzione”. “Con grande piacere – scrive – prendo atto che la giunta provinciale ha concesso al mio Comune un contributo finalizzato all’acquisto di un defibrillatore”.

Castelli sottolinea come sia “essenziale” la disponibilità del dispositivo contro l’arresto cardiaco soprattutto nei comuni di montagna dove, “in caso di emergenze – scrive – i mezzi di soccorso, a causa delle distanze e delle strade tortuose, tardano ad arrivare e spesso arrivano tardi”.

“Credo – conclude il sindaco – che quanto deciso con delibera della giunta provinciale abbia colto nel segno nell’affrontare una delle tante problematiche che investono il nostro territorio e abbia dato un preciso input alle politiche di sostegno da attuare nelle aree marginali, che spero si concretizzino con ulteriori interventi e progetti a favore delle popolazioni di montagna”.

“Riteniamo che quello messo in campo sia un aiuto concreto alle popolazioni di montagna e ai piccoli comuni sui versanti della sicurezza e della tutela della salute – commenta il presidente della Provincia Massimo Trespidi – un ulteriore segno della nostra attenzione e vicinanza al territorio”. 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.