Paparo: “Presto un tavolo di confronto per la situazione della Gls di Montale”

“Anche la situazione della Gls di Montale – come quelle che hanno coinvolto altre realtà aziendali del piacentino – è alla nostra attenzione. Gli uffici sono già stati attivati per individuare – d’accordo con sindacati e azienda – una data per la convocazione di un tavolo di confronto”. Lo annuncia l’assessore provinciale Andrea Paparo, rispondendo all’assessore comunale Ignazio Brambati che chiede l’apertura del tavolo sulla situazione dei lavoratori dell’azienda di Montale, a Piacenza.

Più informazioni su

“Anche la situazione della Gls di Montale – come quelle che hanno coinvolto altre realtà aziendali del piacentino – è alla nostra attenzione. Gli uffici sono già stati attivati per individuare – d’accordo con sindacati e azienda – una data per la convocazione di un tavolo di confronto”. Lo annuncia l’assessore provinciale Andrea Paparo, rispondendo all’assessore comunale Ignazio Brambati che chiede l’apertura del tavolo sulla situazione dei lavoratori dell’azienda di Montale, a Piacenza.

“La Provincia è sempre intervenuta per contribuire a far luce su eventuali ‘coni d’ombra’ del settore e per tutelare i lavoratori e il valore della cooperazione – spiega Paparo –. A questo riguardo è attivo un gruppo di lavoro, composto da rappresentanti individuati all’interno del Tavolo Interistituzionale e della Commissione di Concertazione, che è prossimo alla redazione di apposite linee guida da rispettare nei contratti d’appalto e alla definizione e condivisione di un protocollo d’intesa per ‘il miglioramento dei livelli di prevenzione, sicurezza e protezione sociale dei lavoratori negli appalti’, con specifico riferimento al settore della logistica”.

“Del gruppo di lavoro fanno parte, oltre alla Provincia, esponenti della Direzione Territoriale del lavoro di Piacenza (in rappresentanza di Inail e Asl) e di: Prefettura, INPS sede di Piacenza, Confindustria, Confcooperative, Legacoop, Cgil, Cisl e Uil”. “La Provincia ha inoltre collaborato alla diffusione dell’informazione alle imprese riguardo all’applicazione delle tariffe minime del facchinaggio individuate dalle parti sociali e dalla Direzione territoriale del lavoro”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.