Quantcast

A Piacenza stasera si accende la Notte Blu foto

Sabato 21 aprile a Piacenza si accende la Notte Blu. La manifestazione, nata due anni fa dall’intuizione di 3 galleriste piacentine Loretta Molinari, Emanuela Zaia, Maria Schioppi, inaugura con l’edizione 2012 un nuovo corso, con tante iniziative di carattere culturale ma non solo. 

Più informazioni su

Stasera, sabato 21 aprile a Piacenza si accende la Notte Blu, appuntamento promosso da Comune e Confcommercio. La manifestazione, nata due anni fa dall’intuizione di 3 galleriste piacentine Loretta Molinari, Emanuela Zaia, Maria Schioppi, inaugura con l’edizione 2012 un nuovo corso, con tante iniziative di carattere culturale ma non solo. 

Da evento nato per celebrare l’arte e l’antiquariato, la Notte Blu 2012 è diventata anche la notte dei bar e dei ristoranti, delle librerie e dei negozi. Gallerie (con un evento speciale dedicato al pittore piacentino Bruno Cassinari)  e spazi espositivi resteranno aperti oltre al solito orario di chiusura, palazzo Gotico si accenderà di blu, ed altre illuminazioni artistiche daranno nuove sfumature a piazza Sant’Antonino, mentre saltimbanchi e giocolieri animeranno le vie del centro. Bar proporranno cocktail blu e i ristoranti aderenti hanno predisposto menù d’artista, e i negozi e le librerie resteranno aperti fino a mezzanotte. L’elenco dettagliato degli appuntamenti, che comprende anche una caccia al tesoro, è pubblicato sul sito www.notteblupiacenza.it. 

“L’idea del blu nasce dal fatto che è uno dei colori primari utilizzati dagli artisti – ha spiegato Emanuela Zaia -, è il colore della notte e ispira fiducia. Se la settimana della Cultura ha bisogno appunto di 7 giorni per promuoversi, abbiamo deciso di dedicare una notte all’arte in tutte le sue eccezioni: antica e moderna, abbinandola al divertimento con menù e cocktail ad hoc. Non solo: di notte i sensi sono più ricettivi, e non è farsi perdere l’occasione di visitare le mostre che verranno allestiste nelle gallerie aderenti. Un’iniziativa speciale è stata dedicata anche al grande artista piacentino Bruno Cassinari. Questa manifestazione rappresenta anche un modello per altre iniziative, che possono essere concretizzate grazie alla collaborazione e al lavoro comune”. 

In contemporanea, piazza Cavalli ospiterà, il 21 e il 22 aprile, la manifestazione enogastronomica “Unità d’Italia a tavola”: 20 stand presenti con i prodotti tipici di altrettante regioni italiane. 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.