Quantcast

Comunali, tanti big del Pd in arrivo. Bersani il 24 a Piacenza

Il segretario nazionale Pierluigi Bersani per due volte nella nostra città e tanti big nazionali per la campagna elettorale del Partito Democratico a sostegno della candidatura di Paolo Dosi a sindaco di Piacenza

Più informazioni su

Il segretario nazionale Pierluigi Bersani per due volte nella nostra città e tanti big nazionali per la campagna elettorale del Partito Democratico a sostegno della candidatura di Paolo Dosi a sindaco di Piacenza. Il calendario delle iniziative è stato presentato nel corso di una conferenza stampa dal segretario provinciale Vittorio Silva, il capolista Francesco Cacciatore e naturalmente il candidato Paolo Dosi. 

Il programma delle iniziative prevede: 

Pierluigi Bersani a Piacenza il 24 aprile (alle 21 in piazza S. Antonino) e di nuovo il 4 maggio dalle 12 (luogo da definire)
Il presidente della Regione Emilia Romagna Vasco Errani insieme a Roberto Reggi il 26 aprile in piazzetta Pescheria alle 21
Il vicesegretario Enrico Letta il 27 aprile alle 21 a S. Ilario
Il presidente della Provincia di Roma Nicola Zingaretti alle 18 del 28 aprile in piazzetta Pescheria
Il presidente del gruppo della Camera Dario Franceschini al point di Dosi alle 18 del 30 aprile e poi all’iniziativa dei giovani Pd sul lavoro
Il sindaco Roberto Reggi alla Besurica alle 21 del 2 maggio
La presidente del Pd Rosy Bindi alle 20 del 3 maggio ai Giardini del Sole della Farnesiana

Il segretario del Pd Vittorio Silva ha affermato: “E’ un segnale importante che i principali leader del nostro partito vengano a Piacenza per la campagna elettorale, è la dimostrazione del buon lavoro svolto nel governo della città in questi anni. Siamo orgogliosi infatti di poter rivendicare la qualità della buona amministrazione del sindaco Reggi, riconosciuta anche a livello nazionale. La patente del Pd per chiedere il voto ai piacentini non sta nelle parole, ma nei fatti che sono sotto gli occhi di tutti”.

Per Cacciatore in “un momento caratterizzato da una profonda divaricazione tra la politica e i problemi reali delle persone, discutere di amministrazione locale e di governo della città è il modo migliore per riscoprire il valore della cosa pubblica e dell’impegno”. “Gli ultimi 10 anni sono stati – ha aggiunto – importanti per la comunità piacentina e oggi il tema dello sviluppo ulteriore non può essere separato da quello dell’innovazione per creare lavoro qualificato, così come il nostro comune sarà chiamato sempre più a stabilire relazioni a livello territoriale per attrarre nuovi investitori e finanziamenti. In questo senso è passo fondamentale è costtiuito dall’accordo con il Demanio per valorizzare i pezzi di città oggi dimenticati e da riqualificare in un contesto di rigenerazione urbana. Infine la nostra amministrazione lascia i conti a posto ed ha ridotto il debito comunale dal 2002 ad oggi di 13,5 milioni di euro”.

Paolo Dosi ha rimarcato come “noi siamo più abituati a privilegiare i consuntivi  sui conti preventivi, perchè fanno testo i risultati raggiunti e non le promesse. Per questo ci onora avere la presenza di tanti rappresentanti nazionali del nostro partito a Piacenza”. “I partiti sono fondamentali nell’esperienza quotidiana amministrativa – ha sostenuto Dosi – e questa rappresenta un punto di forza del Pd di Piacenza, nonchè un punto di riferimento per tutta la coalizione che mi sostiene”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.