Quantcast

Confagricoltura, assemblea generale guardando al futuro

"Come sindacato - spiega il presidente Chiesa - abbiamo il compito di indicare un percorso di sviluppo, che renda le nostre aziende dinamiche e concorrenziali. Ma se si vuole costruire una reale dimensione competitiva per le imprese agricole non è possibile pensare di mantenere il welfare agricolo al livello attuale e di aggravare la pressione fiscale".

Più informazioni su

Confagricoltura Piacenza invita tutti gli Associati e tutti i portatori d’interesse del mondo agricolo a prendere parte all’Assemblea Generale in programma venerdì prossimo 27 aprile presso la Sala Bertonazzi al Palazzo dell’Agricoltura in Via Colombo,35 a Piacenza. Il programma dei lavori prevede, come da tradizione, una prima sessione a porte chiuse e riservata agli Associati.

Alle 16,45, invece, verrà dato spazio al focus: “Progettiamo il Futuro dell’Agricoltura”. A far gli onori di casa, Enrico Chiesa Presidente di Confagricoltura Piacenza. Attesi gli interventi di Paolo Bruni, Presidente del Comité Général de la Coopération Agricole de l’Union européenne e Paolo De Castro, Presidente della Commissione Agricoltura e Sviluppo rurale del Parlamento Europeo. Interverrà anche il Presidente Regionale di Confagricoltura, Guglielmo Garagnani. La chiusura lavori sarà affidata al Presidente nazionale di Confagricoltura, Mario Guidi.

“Il mondo della rappresentanza deve cambiare e Confagricoltura lo sta già facendo – sottolinea Enrico Chiesa -. Serve un ruolo nuovo dell’associazionismo che aiuti le imprese a guardare al cambiamento piuttosto che a difendere l’esistente. Il sindacato oggi si fa in una logica progettuale, dando gli strumenti per crescere. Non vogliamo vivere nel nichilismo, le crisi si superano con la voglia di fare e non stando alla finestra. Non si può far altro che competere – prosegue Chiesa -. Come sindacato abbiamo il compito di indicare un percorso di sviluppo, che renda le nostre aziende dinamiche e concorrenziali. Ma se si vuole costruire una reale dimensione competitiva per le imprese agricole non è possibile pensare di mantenere il welfare agricolo al livello attuale e di aggravare la pressione fiscale. Sono possibili anche interventi a costo zero a favore delle imprese, come la semplificazione burocratica”.

L’avvio della campagna toglie ogni momento libero – evidenzia l’Associazione – ma è necessario che gli agricoltori partecipino a quest’importante appuntamento perché in tanti vanno ripetendo che l’agricoltura è un settore vitale, è anche paesaggio, sostenibilità, occupazione dei giovani, ma in pochi sembrano comprenderlo. Le nostre imprese sono soprattutto «cibo per nutrire il pianeta». “Come si fa a pensare alla crescita, al rafforzamento della competitività, se il reddito attuale degli agricoltori italiani è inferiore a quello del 2005? Riscoprire l’agricoltura vuol dire anche e soprattutto attivare politiche attente al suo ruolo per il Paese. E’ inaccettabile che, poi, che in una situazione come quella attuale, in cui c’è bisogno di maggiore impulso politico a favore del settore agricolo, l’Europa voglia imboccare la strada del disimpegno, anche finanziario. Di questi ed altri temi discuteremo venerdì prossimo. Per questo motivo – conclude Chiesa – invito tutti a partecipare alla nostra assemblea”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.