Quantcast

Donini (Prc): “Con la centrale unica 118 più soldi per le ambulanze”

A dirlo è Monica Donini, presidente della Commissione assembleare politiche per la salute e sociali della Regione Emilia-Romagna presente questa mattina a Piacenza per partecipare alla conferenza stampa organizzata dalla lista Sinistra per Piacenza dedicata al tema dei servizi socio-sanitari.

Un sistema di allerta più efficiente e più soldi per le ambulanze. Sono questi, secondo la presidente della Commissione assembleare politiche per la salute e sociali della Regione Emilia-Romagna Monica Donini (Rifonadazione Comunista), i vantaggi che l’introduzione dellla centrale unica del 118 ha portato nell’area vasta della Romagna. La Donini era presente questa mattina a Piacenza per partecipare alla conferenza stampa organizzata dalla lista Sinistra per Piacenza dedicata al tema dei servizi socio-sanitari.

“Il tema del soccorso è molto importante ed è giusto che se ne discuta – dice Monica Donini – Io posso raccontare l’esperienza romagnola dove è stata creata la centrale unica del 118 unendo 4 diverse province, interessando un bacino di circa 1 milione di persone. Ora c’è un sistema di allerta più efficiente e i soldi risparmiati sono stati investiti per aumentare il numero di ambulanze presenti sul territorio. Prima dell’introduzione della centrale unica c’era stata molta polemica anche in Romagna, ma si è interrotta subito dopo aver visto gli effetti positivi della scelta”.

Tra i temi affrontati dalla Donini anche quello dei fondi regionali per la non autosufficienza: “A fronte dell’azzeramento del fondo statale, come Regione abbiamo stanziato 486 milioni di euro per tutelare le persone disabili o non autosufficienti. In Emilia Romagna abbiamo investito forte in questo settore e, a differenza di quanto accade in alcune regioni limitrofe come la Lombardia, riusciamo a dare garanzia nel tempo”.

A livello locale sono molte le proposte che la lista Sinstra per Piacenza ha in programma per migliorare il settore socio-sanitario. “A Piacenza – spiega il candidato Luigi Rabuffi – si è fatto già molto ma crediamo che si possa fare ancora di più, soprattutto in questo momento di crisi”. Tra le proposte fatte da Rabuffi ci sono maggiori aiuti per la famiglie con disabili, la costruzione di una nuova casa per anziani, rendere pubblici i servizi scolastici ed educativi, e una maggiore attenzione sul tema delle dipendenze, sopratutto per quanto riguarda il gioco. “L’obiettivo principale è quello di conservare gli stessi livelli di servizi nonostante i minori fondi – ribadisce il candidato sindaco Paolo Dosi – Avremo un occhio particolare per disabili e persone non autosufficienti, grazie alla collaborazione con il privato sociale”. Presente alla conferenza stampa anche il candidato di Sinistra per Piacenza Carlo Pallavicini.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.