Quantcast

Morpho Basket cade a S. Antimo (92-78) ma conquista i play off

La notizia più bella e più attesa arriva in una serata davvero difficile per i biancorossi, sconfitti nettamente nella bolgia del Sunrise PalaPuca di S.Antimo

Più informazioni su

Piacenza sempre più in alto: la Morpho approda matematicamente ai playoff

Adesso è tutto vero. La Morpho prenderà parte ai playoff di LegaDue-Eurobet 2011-2012: il team di Fabio Corbani firma l’ennesima impresa di quest’annata straordinaria!

La notizia più bella e più attesa arriva in una serata davvero difficile per i biancorossi, sconfitti nettamente nella bolgia del Sunrise PalaPuca di S.Antimo, al termine di un match condotto per intero dai padroni di casa. In caso di vittoria della Morpho, non ci sarebbe stato bisogno di guardare agli altri campi perché i playoff sarebbero comunque stati cosa certa. Il successo però non è arrivato cosi, calcolatore alla mano, si è ricorso alla classifica avulsa che ha dato il seguente esito: se a fine regular season, Piacenza, Jesi, Veroli, Verona ed Ostuni arrivassero a pari punti (26), nella griglia playoff andrebbero le prime tre, fra cui appunto la formazione del Presidente Rispoli.

Al termine di questa 14esima giornata, possono fare festa tutti gli atleti che si sono dati battaglia in quel di S.Antimo: i piacentini perché, eroicamente, hanno tagliato con una giornata di anticipo un traguardo non preventivato ad inizio stagione, e i napoletani perché, con la loro imponente affermazione, si sono tolti dall’ultimo posto in classifica, tenendo vive le speranze di salvezza.

Si sapeva da giorni che l’Igea avrebbe venduto carissima la pelle contro i biancorossi ed infatti cosi è stato. Fin dalle prime battute di gara, i beniamini di casa schizzano avanti spinti dalla mano del greco Kommatos (16p finali, 80% da due, 6 palle recuperate, 23 val), poi un determinato Anderson (21p, 58% da due, 6 rimbalzi, 22 val) ristabilisce la parità a quota otto punti, ma quello sarebbe stato solo un fuoco di paglia. In men che non si dica infatti esce fuori tutto il talento straripante dell’americano Troy Bell (21p, 6 rimbalzi, 23 val)e il risultato cambia subito faccia: 19-10 e massimo vantaggio per la squadra di Di Carlo.

All’inizio dei secondi venti minuti, ci provano prima Infante (25-19), successivamente Voskuil (12p, 60% da due)(32-25) a rianimare Piacenza, ma col passare dei minuti, nuovamente, la resistenza opposta dal duo statunitense Bell-Campbell da dimostrazione di essere più forte ed audace, costringendo gli avversari a restare sotto di 9 lunghezze.
Il distacco non è irrecuperabile, il match potrebbe essere riaperto da Voskuil e Co. ma il miracolo non avviene, anzi, succede l’esatto opposto, ovvero una chiamata arbitrale (antisportivo + fallo tecnico) proprio al giocatore dell’Alabama che, di fatto, spezza letteralmente le gambe ai ragazzi di Corbani. Bell e Kommatos sono troppo ispirati per sbagliare, supportati da Cittadini (15p, 85.7% da due, 12 rimbalzi) e Campbell (26p, 72.7% da due, 28 val) costruiscono un vantaggio di 17 punti che lascia presagire il risultato finale. Non si può dire che Piacenza non lotti, il break di 6-0 (tutto di “triple”) è la conferma che il team è vivo e combattente, però il PalaPuca è sempre più bolgia infernale e mettere i bastoni fra le ruote alla squadra di casa sembra davvero impossibile (82-62).

Nei dieci minuti finali, con il successo ormai in cassaforte, S.Antimo allenta il passo concedendo qualcosa di più agli avversari: nuovo strappo di Piacenza (0-10) che vale l’89-74, poi il “garbage time” dei Dodici di Di Carlo viene rotto sul finale fra gli applausi del pubblico che ora, legittimamente, sogna una salvezza al fotofinish.

Ad applaudire però non c’è solo la Città di S.Antimo, ma anche quella di Piacenza per i suoi “gladiatori”: Sabato 5 , ore 21, i tifosi potranno godersi l’ultima di campionato senza troppi patemi pensando già al prossimo 9 Maggio (salvo variazioni tv), quando la Morpho scenderà in campo per gara 1 dei quarti di finale playoff. Come si dice in questi casi? Ah si..Il sogno continua . . .!!!

Fabio Corbani, allenatore biancorosso, analizza cosi la sfida odierna: “E’ stata una partita complicata e difficile da affrontare. S.Antimo vanta un reparto esterni più atletico del nostro e questo dato l’abbiamo subito per tutti i quaranta minuti. Come già dissi, la squadra di Di Carlo è più forte di molte altre squadre e la sua posizione di classifica è bugiarda, anche stasera Bell, Campbell e, sotto canestro, Cittadini hanno dimostrato tutto il loro valore. Noi abbiamo provato a vincere, abbiamo avuto però un approccio troppo morbido alla gara, potevamo far qualcosa di più!”. Serata che, dal campo, ha portato poche gioie. Corbani tuttavia “salva” qualcosa: “Salvo l’esperienza di questa partita! Abbiamo giocato davanti ad un grande pubblico, era cosi rumoroso che non si riusciva a comunicare dalla panchina con i ragazzi sul parquet, per questo dico che, in prospettiva playoff, mi auguro che la mia squadra faccia tesoro di questa serata, dobbiamo abituarci a combattere in contesti cosi!” E, prima dei playoff, Domenica il PalaBanca ospiterà l’ultima di campionato. “Invito tutta la Città di Piacenza a riempire in ogni ordine di posto il Palazzetto, la partita contro Verona sarà importante per decidere la nostra griglia: ci servirà tutto il calore del nostro pubblico!”

ASS.PALL. SANT’ANTIMO – MORPHO BASKET PIACENZA: 92-78 (25-19, 53-44, 82-62, 92-78)

S.ANTIMO: Cittadini 15, Campbell 26, Petrazzuoli, Moraschini 8, Bell 21, Rossi 4, Ianes, Kommatos 16, Cantone, Eliantonio 2. All. Di Carlo

PIACENZA: Casella, Infante 9, Harrison 12, Passera 8, Perego, De Nicolao, Simoncelli 9, Stecconi, Varrone, Voskuil 12, Anderson 21, Amoroso 7. All. Corbani

Ufficio Stampa MORPHO BASKET
Davide Rancati

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.