Quantcast

Morte nella cascina, la vittima era appena stata dimessa dall’ospedale

I carabinieri del nucleo investigativo hanno acquisito la cartella clinica all’ospedale di Piacenza, dove la donna risulta essere stata ricoverata per due settimane. Si attende l’autpsia per accertare la causa della morte

Emergono nuovi dettagli sulla tragica fine di Mariya Darichuk, la 49enne badante ucraina trovata senza vita giovedì mattina all’interno di una cascina abbandonata alla periferia della città che già da qualche mese insieme al compagno utilizzava come dormitorio di fortuna. I carabinieri del nucleo investigativo, sotto la guida del capitano Rocco Papaleo, hanno acquisito la cartella clinica della donna all’ospedale di Piacenza, dove Mariya risulta essere stata ricoverata per due settimane prima di essere dimessa due giorni prima del decesso. La vittima era in cura da qualche tempo per problemi legati all’abuso di alcool, ai quali potrebbe essere legato anche il ricovero in ospedale.  

Proprio l’assunzione di alcuni farmaci, ritrovati all’interno della cascina, potrebbero avere causato sulla donna, che presentava forte gonfiore in varie zone del corpo una violenta reazione allergica tale da procurarne la morte. Una delle ipotesi sul suo decesso al momento al vaglio degli inquirenti, insieme a quella dei traumi a seguito della caduta dalla scala, utilizzata per accedere alla cascina, come ha raccontato il compagno che l’aveva soccorsa. Interrogativi sui quali dovrà fare luce l’autopsia, prevista nelle prossime ore.

Mariya divorziata, lascia un figlio in Ucraina, con il quale i carabinieri si sono messi in contatto per il riconoscimento della salma. Una pratica che il ragazzo avrebbe delegato al compagno della madre e ad alcune amiche che la donna frequentava da quando viveva a Piacenza.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.