Quantcast

Occasione sprecata, a Bassano solo un pareggio per il Piace 2-2  foto

BASSANO-PIACENZA 2-2  I risultati degli altri campi permettono ai biancorossi di avvicinarsi comunque ai playout (il Bassano andrà a Trapani, con i siciliani costretti a vincere per andare in B) e anche alla salvezza. Ma è stata un’occasione colossale divorata per la squadra di Monac: reti di Bombagi e Bertoncini

Solo un pari per il Piacenza nello spareggio di Bassano. Bombagi nel primo tempo e Bertoncini nel secondo tempo rimettono in piedi una squadra colpita a freddo all’inizio di entrambe le frazioni di gioco. Nel finale Monaco le ha provate tutte, inserendo anche Lussardi e Rodriguez, alla ricerca vana di una vittoria che avrebbe rilanciato le ambizioni di salvezza diretta. Guardando il bicchiere mezzo pieno, il pareggio dello stadiolo Mercante permette ai biancorossi di allontanare lo spettro della retrocessione diretta.

I risultati degli altri campi, con le sconfitte di Triestina e Feralpi e la riapertura della lotta per la promozione, permettono ai biancorossi di avvicinarsi ai playout (il Bassano andrà a Trapani, con i siciliani costretti a vincere per andare in B) e anche alla salvezza. Ma è stata un’occasione colossale divorata per la squadra di Monaco: con una vittoria contro un Bassano non certo trascendentale i biancorossi avrebbero agganciato il treno delle terzultime. Domenica arriva il Barletta alla ricerca dei playoff: con una vittoria la salvezza diretta è possibile. La classifica provvisoria: Andria 36, Triestina 35, Feralpi 35, Latina 35, Piacenza 33, Prato 32, Bassano 31.

BASSANO VIRTUS-PIACENZA 2-2

Reti: Correa (B) al 2 pt su rig, Bombagi (P) al 18 pt, Longobardi (B) al 5 st, Bertoncini (P) al 22 st

BASSANO: Grillo, Basso, Bonetto, Correa, Scaglia, Drudi, Mateos, Proietti, Longobardi, Ferretti (dal 21 st Caciagli), Gasparello (dal 30 st Galabinov).

PIACENZA: Ivanov 5; Marchi 6, Bertoncini 5,5, Visconti 5, Ruggeri 6 (dal 18 st Campagna 6); Volpe 5 (dal 12 st Lussardi 6), Pani 6,5, Silva 6, Lisi 5,5; Bombagi 6,5 (dal 33 st Rodriguez sv); Giovio 5,5.

Ammoniti: Mateos (B), Ferretti (B), Gasparello (B), Silva (P), Bonetto (B)

Leggi: Monaco: “Non era facile, sono soddisfatto di squadra e risultato”, La pagella

La cronaca

AGGIORNAMENTO 50 st: Finale

45 st: 5 minuti di recupero

40 ST: Aggancio di Giovio in area e pront conclusione, è bravo Grillo a sbarrargli la strada. Entrambe le squadre cercano la vittoria, mentre sugli altri campi maturano risultati favorevoli. La classifica provvisoria: Andria 36, Triestina 35, Feralpi 35, Latina 35, Piacenza 33, Prato 32, Bassano 31

33 ST: Ancora Bertoncini dall’area piccola su angolo di Pani, palla fuori di un soffio. Poco prima dentro Rodriguez per Bombagi

22 ST: Nuovo pari per il Piacenza! E’ di Bertoncini, fino a questo momento tra i peggiori in campo, la deviazione vincente sottoporta sull’angolo di Bombagi. Ma in precedenza c’era un rigore colossale per il Piace, per un mani di Scaglia ad intercettare un intelligente sponda di testa di Bombagi per Giovio: per Saia è tutto regolare

15 ST: Il Piace prova a reagire, alla ricerca di un pareggio da raggiungere a tutti i costi se si vuole rimanere in corsa per la salvezza. Dentro Lussardi per un deludente Volpe, era pronto anche Rodriguez ma l’infortunio di Ruggeri ha costretto Monaco a cambiare stategia: dentro Campagna

5 ST: Nuovo avvio shock per il Piace, che dopo nemmeno 5 minuti è di nuovo sotto. Longobardi, attaccante non irresistibile, difende palla al limite sotto gli occhi di Bertoncini, si gira e indirizza nell’angolo più lontano un pallone lento su cui Ivanov non riesce ad arrivare

1 ST: Si riparte, non ci sono cambi

48 PT: Si chiude il primo tempo dopo un quanrto d’ora di sofferenza per il Piacenza, tornato ad essere una squadra impaurita e contratta di inizio match. Per due volte è l’imprendibile Ferretti, vertice alto di un rombo di centrocampo che vede il positivo Correa al vertive opposto, ad andare vicino alla rete del vantaggio con due azioni in fotocopia: tiro in diagonale dal limite e palla fuori oltre il palo più lontano. Vantaggio del Latina sulla Cremonese, tutti pari sugli altri campi interessati alla lotta per la salvezza. La classifica provvisoria: Latina 37, Triestina 36, Andria 36, Feralpi 36, Piacenza 33, Prato 32, Bassano 31 La classifica provvisoria: Latina 37, Triestina 36, Andria 36, Feralpi 36, Piacenza 33, Prato 32, Bassano 31

30 PT: Mezz’ora di gioco, sempre parità. La partita ora è equilibrata dopo dieci minuti di predominio biancorosso. ammonito Mateos per un brutto fallo su Silva

22 PT: Subito un’occasione per ribaltare il risultato per il Piace, ma la combinazione Giovio-Lisi non si chiude. Sugli altri campi sorprendente svantaggio del Feralpi con il Frosinone e vantaggio della Triestina sullo Spezia. La classifica provvisoria: Triestina 38, Andria 36, Feralpi e Latina 35, Piacenza 33, Prato 32, Bassano 31

18 PT: Improvvisa resurrezione del Piace, che arriva al pareggio con una grande giocata di Bombagi che supera due avversari al limite dell’area e appoggia di piatto sull’uscita del portiere. Gol bellissimo e importantissimo

15 PT: Altra occasione per il Bassano al minuto 12, con Ferretti lanciato solo in contropiede: è bravo Ivanov a distendersi sulla sua sinistra sulla conclusione per la verità debole dell’esterno giallorosso. Prima reazione dei biancorossi al minuto 14, quando sugli sviluppi di un corner Bertoncini si trova sui piedi la palla ma non riesce a concludere. Piace attualmente ultimo in classifica a pari merito con il Prato: grazie allo svantaggio degli scontri diretti sarebbero i toscani a scendere in Seconda Divisione

10 PT: Biamcorossi sotto shock dopo la rete a freddo deio veneti. Subito dopo l’1-0 il Bassano ha avuto l’occasione per il raddoppio, ma la girata sottoporta di Scaglia è finita alta. Presente una cinquantina di tifosi biancorossi.

2 PT: Partenza in salita per il Piace nello spareggio del Mercante di Bassano del Grappa. Dopo nemmeno 120 secondi di gooco è Correa a trasformare un calcio di rigore concesso dall’arbitro Sala di Palermo per un’ingenuità di Visconti, che nel tentativo di liberare l’area dopo un corner ha incrociato la traiettoria con quella di un avversario. Fallo inutile, involontario, ma fallo che ci può stare

FORMAZIONI UFFICIALI

BASSANO
Grillo, Basso, Bonetto, Correa, Scaglia, Drudi, Mateos, Proietti, Longobardi, Ferretti, Gasparello


PIACENZA

Ivanov; Marchi, Bertoncini, Visconti, Ruggeri; Volpe, Pani, Silva, Lisi; Bombagi; Giovio
In panchina: Tinelli, Campagna, Giorgi, Dragoni, Lussardi, Foglia, Rodriguez

— – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  – –

Punti pesanti come macigni quelli in palio questo pomeriggio a Bassano, dove il Piacenza affronta i padroni di casa (ore 15, aggiornamenti in diretta su PiacenzaSera.it) in quello che a tutti gli effetti è un vero e proprio spareggio salvezza. Per entrambe le squadre l’obiettivo sono i tre punti; il Bassano, fanalino di coda del campionato, arriva galvanizzato dai due successi consecutivi, fra cui l’incredibile rimonta contro il Frosinone con due gol siglati nei minuti di recupero, che hanno rimesso in corsa la squadra di Brucato portandola a -1 dal penultimo posto occupato dal Prato a quota 31. Un gradino sopra i toscani c’è il Piacenza: un successo del Bassano porterebbe addirittura al sorpasso. Eventualità che in casa biancorossa non si vuole prendere in considerazione.

Anche la squadra di Monaco è reduce dalla fondamentale vittoria in quel di Trieste che conferma il trend positivo lontano dal Garilli. Per la lotta salvezza tutto si deciderà sul filo di lana, obiettivo del Piacenza devono essere sei punti nelle ultime due partite contro Bassano e Barletta se si vorrà sperare nel miracolo della salvezza diretta. Più realisticamente però bisognerà prima guardarsi dall’ultima piazza, che porterebbe direttamente alla retrocessione. Tutto dipenderà anche da quanto faranno le altre dirette concorrenti in una classifica che nella parte bassa è davvero cortissima: il Bassano dopo il Piacenza chiuderà la stagione contro il Trapani, il Prato dopo la trasferta di Portogruaro ospiterà la Triestina, il Latina sfiderà Cremonese in casa e Spezia in trasferta.

 


Monaco: “Squadra serena, sono fiducioso”

“Dobbiamo fare risultato, ma sono fiducioso, perché vedo tutti sereni e concentrati”. Così mister Monaco alla vigilia della gara di Bassano. Diversi i temi di discussione, a partire dal giudizio sulla partita con la Triestina. “Avremmo potuto chiudere il risultato, ma abbiamo rischiato sull’1-2. Poi sull’1-3 avremmo potuto segnare altre reti, ma comunque è stata una partita positiva”.

 
Per Lussardi, il cui apporto da quando è rientrato dal lungo infortunio è stato utile per risollevare le sorti delle partite, Monaco ha qualche rimpianto. “Ora è positivo il fatto di poter decidere se impiegarlo o meno, ma peccato perché non c’è stato dall’inizio: sarebbe stato decisivo in molte partite. Gli ho chiesto se avrebbe retto per una partita intera, pensavo di toglierlo, ma mi ha detto che si sentiva in grado di andare avanti”. Probabilmente domani il difensore partirà dalla panchina, pronto ad entrare quando sarà necessario.

 
Bassano, la partita della vita “So che a Bassano considerano questo match quello della vita: noi dobbiamo fare la nostra partita, senza troppi condizionamenti. Vedo che l’atteggiamento è quello giusto, per questo sono fiducioso”.

Probabili Formazioni

BASSANO
Grillo, Basso, Bonetto, Correa, Scaglia, Drudi, Caciagli, Proietti, Longobardi, Ferretti, Gasparello


PIACENZA

Ivanov; Marchi, Bertoncini, Visconti, Ruggeri; Volpe, Pani, Silva, Lisi; Bombagi; Giovio

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.