Quantcast

Paparo: “Preserveremo gli spazi aggregativi e ne apriremo nuovi”

In particolare, il candidato sostenuto dal Pdl e dalle liste civiche Sveglia e Piacenza Viva focalizza l’attenzione sulle polemiche che, qualche settimana fa, hanno visto il centro aggregativo giovanile al centro dell’attenzione per la vendita di alcolici: tema che ha diviso la maggioranza in Consiglio comunale

Più informazioni su

PAPARO: «PRESERVEREMO GLI SPAZI COMUNALI AGGREGATIVI E NE APRIREMO DI NUOVI, MA NON METTEREMO MAI DA PARTE IL VALORE AGGREGATIVO E FORMATIVO»

«Questa città ha bisogno di spazi aggregativi, luoghi che consentano di vivere la città e di favorire l’incontro tra cittadini: per questo è mia precisa intenzione quella di preservare le realtà che già oggi contribuiscono a raggiungere questi obiettivi». Il candidato sindaco Andrea Paparo interviene sul tema dei luoghi aggregativi e lo fa con un particolare riferimento a Spazio 4, una delle poche aree comunali in città, se non l’unica, che nel periodo estivo permette ai giovani di ritrovarsi all’aperto.

Come evidenziato in relazione ad altre esperienze nate in questi anni, è intenzione di Paparo preservare e garantire un futuro a quanto di buono è stato fatto, portando modifiche a ciò che è perfettibile. In particolare, il candidato sostenuto dal Pdl e dalle liste civiche Sveglia e Piacenza Viva focalizza l’attenzione sulle polemiche che, qualche settimana fa, hanno visto il centro aggregativo giovanile al centro dell’attenzione per la vendita di alcolici: tema che ha diviso la maggioranza in Consiglio comunale. «Il proibizionismo a tutti i costi – osserva Paparo – non paga ed è insensato, anche perché sarebbe solo un’operazione di facciata vietare la vendita di alcolici a Spazio 4 quando ci sono decine di locali in cui anche i più giovani possono trovare quello che cercano». Occorre però tenere a mente lo scopo educativo e formativo che deve sempre e comunque muovere l’azione di un centro comunale. «Dobbiamo ricordarci – evidenzia il candidato 38enne – che siamo di fronte a un centro comunale e, per questo, è auspicabile che chi è incaricato di gestire l’area abbia l’oculatezza di tenere bene a mente che non si tratta di un pubblico esercizio e che lo scopo formativo, educativo ed aggregativo non può essere messo da parte». Niente di male, dunque, per Paparo, se si vuole e si vorrà offrire la possibilità ai giovani di ritrovarsi a Spazio 4 per stare in compagnia, ma attenzione a non favorire la diffusione di cattive abitudini e a garantire lo scopo educativo del centro.

La linea di Paparo è, dunque, molto chiara: «Ben vengano gli spazi comunali aggregativi, che sarà mia intenzione preservare e incentivare, anche ricercando nuove aree da destinare a queste iniziative che valorizzano i talenti e che, nel mio progetto, dovranno anche trovare forme per agevolare l’accesso nel mondo del lavoro dei ragazzi».

Castagnetti: “I valori educativi al centro dell’attività di Spazio 4”

“A differenza dei suoi sostenitori che continuano a criticare e ostacolare le attività aggregative e sociali di Spazio 4, sono contento che Andrea Paparo abbia cambiato idea anche su questo tema”. Così Giovanni Castagnetti, candidato della lista Moderati e Piacentini per Dosi commenta l’intervento del candidato Andrea Paparo sul tema.

“Ho pochi dubbi che il cambio d’opinione del candidato di destra non sia legato a scopi elettorali – prosegue Castagnetti – ma mi fa piacere che quanto seminato e strenuamente difeso in questi cinque anni sul tema delle politiche giovanili trovi ora un consenso comune, segno che le tante critiche piovute su progetti sociali e aggregativi che hanno riscosso un consenso trasversale tra i ragazzi sono state soltanto strumentali. Poi, pare evidente che anche sui temi dell’aggregazione, dell’educazione e della formazione l’attività di questi anni sia un punto di riferimento trasversale tale che e i vari schieramenti politici traggono in campagna elettorale spunti per proporre la loro copia di programma”.

C’è tuttavia da sottolineare il fatto che nel suo intervento – conclude Castagnetti – il candidato di destra insinua il dubbio che non siano stati tenuti in considerazione tutti gli elementi educativi che invece sono alla base della crescita dei ragazzi e che sono un punto fondamentale sul quale si sviluppano le attività del centro giovanile comunale Spazio 4. E’ da questi principi fondamentali che l’amministrazione guidata da Paolo Dosi porterà avanti e svilupperà nuovi progetti di aggregazione. Che sono presi come riferimento non solo a livello provinciale ma anche a livello nazionale”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.