Quantcast

“Piccolo testamento” di Gabriele Dadati tra i candidati al premio “Strega”

C’è anche il libro dello scrittore piacentino Gabriele Dadati "Piccolo testamento" tra prima rosa di 18 candidati al Premio Strega 2012.

Più informazioni su

C’è anche il libro dello scrittore piacentino Gabriele Dadati “Piccolo testamento” nella prima rosa di 18 candidati al Premio Strega 2012. I suoi due sostenitori – la procedura prevede che 2 tra i 400 Amici della Domenica della Fondazione Bellonci di Roma mandino una lettera in cui esprimono il loro sostegno – sono Gherardo Colombo e Romano Montroni.

Il Comitato direttivo del Premio, composto da due esponenti della Fondazione Bellonci, due rappresentanti di Strega Alberti S.p.A., tre autori premiati e due personalità dei 400 Amici della domenica, si riunirà martedì 17 aprile per selezionare tra le proposte degli Amici i 12 libri che si disputeranno la sessantaseiesima edizione. Il Comitato è composto da Alessandro Barbero, Giuseppe D’Avino, Valeria Della Valle, Tullio De Mauro (presidente), Giuseppe De Rita, Fabiano Fabiani, Alberto Foschini, Dino Gasperini, Melania G. Mazzucco, Ugo Riccarelli.

Questi i libri candidati:

1. La logica del desiderio (Giulio Perrone Editore) di Giuseppe Aloe
Presentato da Alessandro Masi e Walter Mauro
2. Il silenzio dell’onda (Rizzoli) di Gianrico Carofiglio
Presentato da Rosellina Archinto e Ferruccio De Bortoli
3. La fame delle donne (Manni) di Marosia Castaldi
Presentato da Cesare Milanese e Francesca Pansa
4. Piccolo testamento (Laurana) di Gabriele Dadati
Presentato da Gherardo Colombo e Romano Montroni
5. Così in terra (Dalai Editore) di Davide Enia
Presentato da Roberto Alajmo e Gianni Borgna
6. Nel tempo di mezzo (Einaudi) di Marcello Fois
Presentato da Marino Sinibaldi e Domenico Starnone
7. La colpa (Newton Compton) di Lorenza Ghinelli
Presentato da Giuseppe Leonelli e Sergio Santoro
8. Malacrianza (Nutrimenti) di Giovanni Greco
Presentato da Paolo Di Stefano e Gabriele Pedullà
9. L’ultima passeggiata (Mursia) di Gabriella Guidi Gambino
Presentato da Gianni Letta e Paolo Marconi
10. Il corridoio di legno (Voland) di Giorgio Manacorda
Presentato da Enzo Golino e Claudio Strinati
11. La rabbia (Transeuropa) di Marco Mantello
Presentato da Raffaella Morselli e Lorenzo Pavolini
12. La scomparsa di Lauren Armstrong (Fandango) di Gaia Manzini
Presentato da Luca Canali e Giuseppe Patota
13. Luna di notte (Gremese) di Amos Mattio
Presentato da Maurizio Cucchi e Stefano Giovanardi
14. La sesta stagione (Cavallo di ferro) di Carlo Pedini
Presentato da Arnaldo Colasanti e Renato Minore
15. Inseparabili. Il fuoco amico dei ricordi (Mondadori) di Alessandro Piperno
Presentato da Giorgio Ficara e Raffaele Manica
16. Amorino (Bompiani) di Isabella Santacroce
Presentato da Enrico Ghezzi e Angelo Guglielmi
17. Qualcosa di scritto (Ponte alle Grazie) di Emanuele Trevi (nella foto)
Presentato da Raffaele La Capria e Francesco Piccolo
18. Il vuoto intorno (Il foglio letterario) di Claudio Volpe
Presentato da Dacia Maraini e Paolo Ruffilli

Martedì 17 aprile, al termine della riunione del Comitato direttivo, verrà annunciata la rosa dei 12 libri candidati, che saranno presentati giovedì 26 aprile al Teatro San Marco di Benevento.

Dadati finalista del Premio Strega, i complimenti di Dosi: “Affermazione che sancisce la sua crescita come autore”

“Quella di Gabriele è una vocazione naturale. Già dalle scuole superiori emergevano il suo talento e la sua ottima vena narrativa, una strada che ha coltivato dopo la laurea in Lettere e che lo ha portato ad inserirsi nel mondo letterario con una serie di collaborazioni che hanno messo in luce le sue doti ma anche, di riflesso, la nostra città. Questa affermazione che lo vede nella rosa dei 18 candidati del Premio Strega è un’ulteriore tappa di un percorso che parte da lontano e che ha avuto la sua genesi a Piacenza”.

Sono parole piene di soddisfazione quelle dell’assessore alla Cultura e candidato sindaco del centrosinistra Paolo Dosi alla notizia della candidatura di Gabriele Dadati, con il suo “Piccolo Testamento”, nella ridda dei finalisti al Premio letterario Strega. Dadati ha pubblicato due libri per la casa editrice Berti – di cui lo stesso Dosi era responsabile – si tratta di “Catene di smontaggio” e l’antologia “I denti di Babbo Natale sono bianchi”. Dosi, che ha visto crescere letterariamente Dadati, ha espresso in una nota inviata all’autore “viva e sincera soddisfazione” augurandogli i migliori auguri in vista della competizione che dal 1947 è sinonimo dell’eccellenza letteraria italiana e che quest’anno vede un autore che ha coltivato il suo talento nell’ambito letterario piacentino.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.