Quantcast

Sveglia al 5 Stelle: “Non abbiamo idee tanto diverse”

«Le civiche non sono tutte uguali».La lista Sveglia, nata spontaneamente a sostegno della candidatura di Andrea Paparo dopo il tam-tam mediatico partito su Facebook, interviene dopo la visita di Beppe Grillo, lanciando un messaggio chiaro ai sostenitori del 5 Stelle

Più informazioni su

«Le civiche non sono tutte uguali».La lista Sveglia, nata spontaneamente a sostegno della candidatura di Andrea Paparo dopo il tam-tam mediatico partito su Facebook, interviene dopo la visita di Beppe Grillo, lanciando un messaggio chiaro ai sostenitori del 5 Stelle: partiamo dalle stesse osservazioni e su alcune cose non abbiamo idee tanto diverse, solo che noi abbiamo deciso di appoggiare un politico serio, onesto, competente e che ha a cuore il bene della città.

«ll movimento Sveglia, esploso come fenomeno su internet un paio di mesi fa, è in realtà – spiega Davide Baldini – un progetto non improvvisato, ma un’esperienza iniziata più di un anno fa, che è maturata e cresciuta con l’apporto ed il coinvolgimento sempre maggiore di tutte le persone. E’ un esigenza che parte dal basso, da un non voler più subire le scelte altrui, dal voler superare la logica del “tanto non cambia nulla”. Nasce dall’incontro di professionalità ed esperienze diverse, il più trasversale possibile, che vogliono affrontare le problematiche con un metodo nuovo: guardare e valutare il merito delle cose e non chi le sostiene. Le idee del nostro programma vogliono essere condivise, propositive, innovative ma sostenibili», precisa Baldini.

Sveglia, come evidenzia il candidato 39enne, che nella vita lavora come manager alla Maserati, può considerarsi a pieno titolo una lista civica, perché nessuno dei candidati presenti in lista ha mai avuto esperienze o militanze, ma ha deciso di spendersi in prima persona, mettendo a disposizione la propria esperienza, le proprie professionalità, la propria faccia perché Piacenza abbia finalmente tutto quello che di buono si merita. Questo approccio “diverso” e non così lontano dall’approccio di tanti appartenenti al Movimento 5 Stelle dimostra chiaramente che «non tutte le civiche sono uguali o prive di ideali».

«L’unica “trasgressione politica” che ci siamo concessi – conclude Baldini – è stata quella di appoggiare un politico, una persona di esperienza ma nello stesso tempo nuova, attiva ma sempre con buon senso, che stimavamo e stimiamo al di là dell’appartenenza politica,con cui ci siamo trovati facilmente in sintonia, con cui abbiamo condiviso tanti punti comuni e che nel tempo ha sempre fatto, e ci auguriamo anche per il futuro continui a fare, il bene della città: Andrea Paparo».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.