Quantcast

Ultimo appuntamento sulla tutela dei minori all’Isii Marconi foto

In scena l’ultimo degli incontri sulla tutela dei minori che si sono tenuti al Marconi. In settembre in programma una giornata di studio e di restituzione degli atti del percorso formativo promosso dalla Provincia di Piacenza.

Più informazioni su

Nella mattinata di ieri e nel pomeriggio di oggi, nell’aula Magna dell’Isii Marconi, è andato in scena l’ultimo appuntamento del percorso formativo su “La presa in carico e la tutela dei minori in difficoltà e delle loro famiglie: aspetti giuridici, integrazione, efficacia degli interventi”, promosso dalla Provincia di Piacenza.
All’incontro,dedicato alla presentazione di alcune buone prassi che si sono sviluppate sul territorio nell’ambito del lavoro sociale e psicologico per la tutela dei minori e il supporto alle famiglie in difficoltà, sono intervenuti: Liana Burlando componente della Cabina di regia del Progetto nazionale “Un percorso nell’affido” su incarico del Ministero delle Politiche sociali; Liviana Marelli, assistente sociale e presidente della Cooperativa Sociale La Grande Casa per minori vulnerabili e famiglie in difficoltà di Sesto San Giovanni; Serena Kaneklin psicologa, responsabile del progetto “Diventare Genitori” progetto di prevenzione precoce e di sostegno alla genitorialità attraverso l’Home visiting, attivato e promosso dal CAF -Centro di aiuto al bambino maltrattato e alle famiglie in crisi- di Milano; Stefania Miodini, assistente sociale e portavoce per il Comune di Langhirano del Progetto RISC – Rischio per l’infanzia e soluzione per contrastarlo, un percorso di ricerca-azione avviato nel 2009 dal Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche sociali, in collaborazione con la Fondazione Zancan di Padova, incentrato sulla sperimentazione di criteri per la valutazione del rischio in età evolutiva; Roberto Maurizio ricercatore e collaboratore della Fondazione Paideia di Torino e della Fondazione Zancan di Padova e Monica Pedroni funzionaria del Servizio politiche familiari, infanzia, adolescenza della Regione Emilia-Romagna che ha rilanciato i nuovi orientamenti verso cui la Regione intende lavorare in concerto con i territori provinciali. I lavori sono stati coordinati da Natalia Gallini, responsabile dei servizi Sociali del Distretto di Levante. Nel pomeriggio i lavori sono proseguiti nella formula dei sottogruppi, permettendo agli operatori (assistenti sociali, psicologi e avvocati) di discutere e di confrontarsi su alcuni aspetti emersi dalle relazioni del mattino.
La conclusione vera e propria del programma di lavoro, iniziato lo scorso 6 dicembre e articolato in diversi moduli, è in programma per settembre con un incontro di restituzione degli atti del percorso all’interno di una giornata di studio in cui si recupererà l’intervento di Maria Teresa Pedrocco sulla valutazione della situazione di pregiudizio e che vedrà il ritorno di Luigi Fadiga in qualità di Garante dell’Infanzia Adolescenza, che si presenterà formalmente a tutti gli operatori del territorio per illustrare il programma delle sue attività.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.