Un altro pari per il Piace al Garilli. Playout piu’ vicini 0-0 foto

PIACENZA-ANDRIA 0-0 - Niente da fare per il Piace nonostante il forcing finale, finisce 0-0

Ancora un pareggio casalingo per il Piacenza di Monaco, che spreca una grande occasione nello spareggio salvezza contro l’Andria. Per i biancorossi, che non vincono al Garilli da quasi quattro mesi, solo quindici minuti iniziali di gioco piacevole e un inutile forcing finale contro un avversario chiuso nella propria area. La situazione si complica in fondo alla classifica: guadagnato un punto sul Bassano per evitare la retrocessione diretta, ma la salvezza si allontana e si avvicinano i playout.

Monaco sceglie la coppia centrale Bini-Giorgi e Campagna a sinistra in difesa, mentre in avanti preferisce Rodriguez a Gavilan; in mezzo è Silva a sostituire lo squalificato Pani e a fare coppia con Piccinni. La partenza del Piacenza lascia ben sperare: i biancorossi collezionano tre limpide palle gol in quindici minuti, ma prima Lisi e poi due volte Rodriguez, sempre servito da Lisi, calciano con poca convinzione da posizioni favorevoli. L’Andria appare poca cosa, e sembra destinato a capitolare.

La spinta biancorossa si attenua con il passare dei minuti nonostante il prodigarsi di Lisi e l’accendersi a tratti di Volpe, che prova un paio di percussioni sulla sinistra. La seconda parte del primo tempo è giocata su ritmi bassi, e solo nel finale il Piacenza torna a farsi pericoloso, con una girata di Volpe e con Bini, sempre di testa: nella prima occasione si distende Rossi, nella seconda la palla finisce alta sulla traversa. I primi 45 minuti si chiudono sul nulla di fatto, mentre sugli altri campi maturano risultati favorevoli: Bassano, Latina e Triestina sono sotto.

Ripresa,  dopo tre minuti arriva la prima occasione per l’Andria: Loiodice scende sulla destra ma conclude male da pozione decentrata. Al minuto 8 Marsili, già ammonito, rischia il cartellino rosso per un accenno di reazione: l’arbitro lo lascia in campo, ci pensa Cosco a sostituirlo immediatamente. Al minuto 15 il Piacenza reclama il rigore: Silva lanciato da Giovio è steso in area: forse il centrocampista biancorosso accentua la caduta, ma l’intervento sembrava irregolare. Silva si guadagna un cartellino giallo.

Monaco prova la carta Gavilan in luogo di uno spento Giovio, ma il Piace fatica a rendersi pericoloso e si affida alle azioni personali di uno scatenato Volpe. Dentro allora anche Lussardi, che conquista un paio di angoli al rientro in campo dopo otto mesi. Proprio nel finale è Giorgi, il migliore in campo, ad avere l’occasionissima per la vittoria, ma il difensore biancorosso non riesce a concludere da pochi passi dopo la spizzata di testa di Bini. Anche l’Andria sfiora il colpaccio con Del Core, ma sarebbe stata una punizione eccessiva per un Piace generoso ma impotente. Ora la sosta di Pasqua e poi la trasferta di Trieste, un altro scontro diretto decisivo.

Il tabellino

PIACENZA-ANDRIA 0-0

Piacenza: Ivanov 5,5; Marchi 6, Bini 6, Giorgi 6,5, Campagna 5,5; Silva 5,5 (dal 34 st Foglia), Piccinni 6; Volpe 6, Rodriguez 5,5, Lisi 6 (dal 37 st Lussardi); Giovio 5 (dal 25 st Gavilan). A disposizione: Stocchi, Visconti, Bertoncini, Dragoni, Lussardi. All. Monaco

Andria: Rossi, Meccariello, Contessa, Arini, Cossentino (dal 18 st Zaffagnini), Mucciante, Loiodice, Marsili (dal 12 st La Rosa), Gambino, Del Core, Minesso (dal 1 st Taormina). All. Cosco

Arbitro: sig. Pasqua di Tivoli

Ammoniti: Marsili (A), Cossentino (A), Contessa (A), Silva (P)

Leggi: Monaco: “Siamo ancora in ballo”, La cronaca, La pagella

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.