Quantcast

2 Giugno, la protesta Idv: “Diserteremo le manifestazioni”

"In questo momento particolare per la nostra regione che sta cercando di rialzarsi dopo il sisma che l’ha colpita nei giorni scorsi - si legge in una nota - riteniamo che sprecare denaro pubblico per organizzare ogni superflua manifestazione o parata sia quanto mai inopportuno"

Più informazioni su

“Il 2 giugno, in occasione della Festa della Repubblica, tutti gli eletti e gli amministratori dell’Italia dei Valori della nostra provincia non parteciperanno in veste ufficiale, come forma di protesta, a nessun tipo di manifestazione. Questo perché, ci preme sottolinearlo anche così, possono essere altri i modi per onorare al meglio la Repubblica dimostrando al contempo concreta solidarietà ai terremotati”. Lo comunica con una nota la segreteria di Italia dei Valori.

“In questo momento particolare per la nostra regione che sta cercando di rialzarsi dopo il sisma che l’ha colpita nei giorni scorsi – si legge – riteniamo infatti che sprecare denaro pubblico per organizzare ogni superflua manifestazione o parata sia quanto mai inopportuno nei confronti dei nostri concittadini che hanno subito lutti e gravi perdite. Per tale ragione affermiamo con convinzione che ogni euro speso per queste manifestazioni è un euro sottratto ai cittadini e alla ricostruzione”.

“L’Italia dei Valori, con il presidente Antonio Di Pietro e il segretario regionale Silvana Mura in testa, ha già donato 1,9 milioni di euro alla causa della ricostruzione dell’Emilia. Da questo punto di vista – conclude il comunicato – rigettiamo qualsiasi tipo di accusa che questa donazione possa essere un’operazione a scopo pubblicitario in quanto, se avessimo voluto fare propaganda al partito, avremmo potuto spendere in ben altro modo questa somma”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.