Quantcast

Agricultura, al Raineri Marcora la tradizione contadina sposa lo sport

Anche una gara regionale di corsa su strada nel calendario eventi della tradizionale 2 giorni dedicata alla formazione agricola al via l’11 e il 12 maggio al campus. Trespidi sara’ ai nastri di partenza. Nel programma: esibizioni equestri, convegni, degustazioni

Più informazioni su

Esibizioni equestri, cena sull’Aia, convegni, antiche tradizioni agricole in mostra, degustazioni di prodotti piacentini, focus sulle filiere tipiche. E, da quest’anno, anche una gara regionale di corsa di 7 chilometri su circuito ad anello aperta ai tesserati Federatletica e valevole come prova del campionato provinciale. Si arricchisce il calendario di eventi di Agricultura, la tradizionale due giorni di appuntamenti organizzata dall’istituto Raineri Marcora, con il massiccio coinvolgimento di docenti e studenti.

L’edizione 2012 è in programma, negli spazi del campus, venerdì 11 e sabato 12 maggio. Proprio sabato, tra le altre cose, è previsto il fischio d’inizio della corsa (promossa dall’associazione “Placentia Events”, con i patrocini di Provincia, Comune, Fidal e, ovviamente, del Raineri Marcora), alle 18 dal campo “Pino Dordoni” di strada Agazzana. Ai nastri di partenza ci sarà anche il presidente della Provincia Massimo Trespidi, inserito nel ranking delle 14 gare provinciali. L’annuncio questo pomeriggio a palazzo Garibaldi, nel corso della conferenza stampa di presentazione della due giorni. L’incontro stampa è stato l’occasione per la consegna – da parte di Alessandro Confalonieri e Pietro Perotti di Placentia Events – del diploma di partecipazione della Placentia Marathon del 4 marzo scorso, con la gigantografia del taglio del traguardo. “Penso che un modo significativo per sostenere una bella iniziativa come quella di ’Agricultura’ sia quello di parteciparvi” ha detto Trespidi.

“Agricultura, con il suo ricco calendario di attività, vuole anche essere un momento per scoprire il dettaglio delle attività del nostro campus agroalimentare Raineri Marcora, per le quali la comunicazione non è mai abbastanza” ha sottolineato l’assessore provinciale Filippo Pozzi. “Al centro della due giorni c’è il tema della formazione in agricoltura – ha detto Pozzi –, un modo per dare un futuro al settore, riavvicinando i giovani all’attività agricola, nella speranza che le future politiche comunitarie sappiano valorizzarne il ruolo”. Pozzi ha rimarcato anche il taglio “identitario” della manifestazione, che valorizza il “senso di appartenenza” alla terra dei piacentini. “Un aspetto positivo – ha sottolineato – il futuro della nostra agricoltura passa attraverso la valorizzazione delle nostre peculiarità”. Alla due giorni sarà presente anche l’assessore comunale Giovanni Castagnetti, che – soffermandosi sulla gara sportiva – ha rimarcato l’importanza delle strutture sportive comunali, in particolar modo del campo ‘Dordoni’, e ha evidenziato il valore del “presidio territoriale delle associazioni, frutto di una comunità sempre più coesa e dinamica”.

IL PROGRAMMA COMPLETO – A illustrare il dettaglio delle iniziative, questo pomeriggio, il dirigente scolastico Teresa Andena, affiancata dal vice Roberto Belli. Il venerdì i protagonisti saranno gli studenti delle scuole elementari (“saranno circa un migliaio” ha annunciato la preside). Alle 9,30 l’arrivo delle scolaresche, quindi, alle 10, l’inaugurazione della rassegna e l’esibizione equestre. Alle 10,45 il primo convegno – anima di questa rassegna. Al centro l’agricoltura di precisione, che prevede l’utilizzo delle tecnologie militari per l’ottimizzazione delle lavorazioni agricole. Ne parleranno – nell’aula magna dell’istituto – Massimo Vincini, del Centro Ricerche Analisi geoSpaziali e Telerilevamento dell’Università Cattolica, Michele Lodigiani, agronomo e imprenditore agricolo e Luigi Stefanini, presidente della società Citimap (società per la Ricerca Industriale, l’Innovazione e il Trasferimento Tecnologico della Regione Emilia Romagna).

Il programma di venerdì prosegue alle 11 con il “carosello delle diverse razze bovine da latte”, a cui farà seguito, alle 13, il pranzo nell’orto botanico delle classi in visita. Alle 14 giochi tradizionali, quindi – alle 15 – la mungitura in diretta e, un’ora più tardi, l’esibizione equestre.

Sabato “Agricultura” torna dalle 8,30. Ad aprire la giornata: un torneo di calcetto negli spazi dell’istituto agrario. Alle 10 – sempre in aula magna – seminario dedicato a “Un Po di sostenibilità”, progetto inteprovinciale dedicato a sapori e natura lungo il Grande Fiume. Coinvolti: la consulta delle Province del Po, rappresentata dal presidente Massimo Trespidi, lo stesso istituto Raineri Marcora (sarà presente la preside Andena), in sinergia con l’Auser, il museo della civiltà contadina di Piacenza e, per le altre province: la direzione didattica del terzo circolo di Casale Monferrato, il liceo Marconi di Parma, il parco del Secchia di Mantova-Modena e l’istituto comprensivo Brunetti – scuola secondaria di primo grado di Porto Tolle, provincia di Rovigo. La tavola rotonda sarà coordinata da Gian Carlo Sacchi, responsabile del progetto per il Cidiep (Centro di documentazione, informazione, educazione ambientale e ricerca sull’area padana) e farà da preludio a un pranzo con piatti preparati secondo antiche ricette del Po da un gruppo di ricerca composto da giovani studenti e adulti.

Il seminario introdurrà le altre iniziative di sabato: la gara di valutazione morfologica per bovine da latte tra istituti agrari (ore 10e15) e l’incontro “Le tipicità territoriali dell’Emilia Romagna”, in aula magna (ore 10e30). Vi prenderanno parte: Daniele De Leo, esperto in comunicazione agroalimentare, Davide Pieri (Fedagri Confcooperative), Rinaldo Onesti (Confcooperative Piacenza), Roberta di Prima (Arp), Fabrizio Malvicini (Cantina di Vicobarone), Francesco Rastelli (Copap), Giancarlo Pedretti (Latteria Stallone) e Michele Rossi (vicepresidente di Confcooperative). Il programma di sabato si concluderà con un incontro nel “Bosco della speranza”, dedicato agli studenti defunti (ore 11,30), un’altra esibizione equestre (16) e l’attesa gara regionale di corsa su strada (ritrovo alle 17). Alle 20 cena sull’aia. Nel corso dei due giorni saranno in vendita al pubblico le piantine coltivate nella serra della casa circondariale delle Novate con l’aiuto degli insegnati della scuola agraria. Manifestazioni permanenti in “background”: laboratori didattici all’interno dell’istituto, stand con animali, museo della civiltà contadina, esposizione “L’oro di Colombo”, tante altre attività ricreative.

Grande la partecipazione organizzativa degli studenti del Raineri Marcora, rappresentati questo pomeriggio in conferenza stampa da Emanuele Rossi (5°C) e Luca Consiglieri (4°B). 16 studenti-volontari saranno in servizio per le due giornate, mentre in questi giorni tantissimi ragazzi stanno lavorando per predisporre mezzi e spazi per gli eventi.

LA GARA DI CORSA Alle 18 dal Campus Pino Dordoni al via la gara regionale di corsa su strada-quarta prova del campionato provinciale individuale, riservata agli atleti tesserati per società affiliate alla Fidal. Ritrovo alle 17 al centro scolastico “Raineri Marcora”. A dare il fischio di inizio – in collegamento – saranno gli atleti piacentini in trasferta a Formentera per l’annuale maratona dell’isola delle Baleari. Cinque le categorie maschili (‘96-‘83, ’82-’73, ‘72’63, ’62-’53, ’52 e precedenti) e un’unica femminile. Saranno premiati i primi tre classificati di ogni categoria. Organizzazione a cura dell’Asd Placentia Events, rappresentata in conferenza stampa da Pietro Perotti e Alessandro Confalonieri che ha sottolineato come il percorso, di 7 chilometri, ruoti attorno a un anello da 1,3 chilometri (un “cerchio” attorno al campus) e sia “particolarmente impegnativo”, per le tante “variazioni di ritmo, le curve, le riprese a cui saranno sottoposti i corridori”. Al termine delle fatiche degustazione dei prodotti del Raineri Marcora. La gara ha il patrocinio di Provincia, Comune e Fidal, rappresentata in conferenza stampa dal presidente provinciale Sergio Morandi, presente col prof di educazione fisica Angelo Cino incontrastato detentore del primato provinciale sui 100 e 200 metri.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.