Quantcast

Arte e solidarietà, asta benefica in favore del reparto di Senologia foto

E’ stato un pomeriggio di arte e solidarietà quello che si è tenuto questo oggi nella sala dell’associazione Amici dell’Arte a Piacenza. Per l’occasione 80 opere d’arte dei più importanti e noti artisti piacentini sono state battute all’asta benefica per una grande gara solidale in favore dell’Unità Operativa di Senologia.

E’ stato un pomeriggio di arte e solidarietà quello che si è tenuto questo oggi nella sala dell’associazione Amici dell’Arte a Piacenza. Per l’occasione 80 opere d’arte dei più importanti e noti artisti piacentini sono state battute all’asta benefica per una grande gara solidale in favore dell’Unità Operativa di Senologia dell’Ospedale di Piacenza diretta dal prof. Giorgio Macellari. L’iniziativa è stata organizzata dalla Iori Casa D’Aste su un proposito delle associazioni Armonia e Artesfera, col patrocinio del Comune e della Provincia di Piacenza.

Circa un’ottantina i piacentini che hanno voluto partecipare a questo importante evento. Per “ingolosire” gli appassionati di arte e non solo, l’organizzazione ha infatti deciso di rilanciare le 80 creazioni da una base d’asta simbolica di 100 euro, così da permettere davvero a tutti di poter dare il proprio sostegno alla Senologia di Piacenza. Un particolare plauso va agli 80 artisti piacentini di diversa estrazione che, con un grande gesto di solidarietà, hanno voluto donare il loro “ingegno” per l’occasione.

Ecco, in ordine alfabetico, gli artisti e le loro opere, che sono stati proposti all’asta: Mariagrazia Algisi (Ninfee rosa), Domenico Antro (Piccoli suonatori cinesi), Nardo Arcani (Bocca di rosa se ne va),  Ludovica Barattieri di San Pietro (Ombra), Giovanna Bellavia (I viaggi di Gio), Annamaria Belloni (Il tempo viene per chi lo sa aspettare), Graziella Bellotti (Butterfly), Desolina Benedetti (Magnolie), Bianca Bertoli (Marina siciliana con costumi d’epoca), Annamaria Bianchi (I salici), Camilla Biella (Neve a Piacenza), Tino Bisagni (Appenzeller),  Eelena Bolledi (Verso Torrechiara), Roverta Braceschi (Sogno di una notte… O notte di sogno), Sergio Brizzolesi (Silvia – Regina), Alfredo Casali (Racconto d’inverno), Efrem Civardi (Le quattro stagioni), Giuseppe Coda Zabetta (Le ultime luci della sera) e (Tazza con frutta), Augusto Corbellini (Fiori Gialli), Franco Curatti (Fiore), Paolo Dallanoce (Studio), Nikka Dimroci (Donne di armonia), Eugenio Ermeti (Piccola collina piacentina), Fulvio Kumudra Faioni (Ti conosco), Francesco Ferrari (Wall Street) e (Ritratto di giovane con gatto), Sergio Foletti (Celebration), Carla Gabbiani Campolonghi (Spezziamo il cerchio del male), Giorgio Gamberini (Primavera), Laura Garagiola (Atmosfere autunnali), Angelo Ghezzi (Appuntamento a Marrakech), Riccardo Golini (Muntà di ratt), Bruno Grassi (Ancora Primavera), Gabriella Guglieri (Paesaggio con ninfee), Leonardo Lambri (Replay), Giancarlo Lanati (Figura Femminile), Sara Lautizi (Flusso di energia), Ugo Locatelli (Fotogramma 134 – Anno 1965), Domenico Lops (Riotinto), Carmen Madaro (Natura morta con mela rossa), Giancarlo Maini (Il violinista di Chagall), Chiara Maldotti (Bozzetto per scenografia – Modellino praticabile con statua greca), Anna Mazza (Notturno in verde), Maurizia Meli (Muse Inquiete), Giorgio Milani (Frottage con petali rossi), Daniele Nastrucci (Baracca in golena), Maria Vittoria Perazzi (Fiori), Paolo Perotti (2 figure) e (Maternità), Gabriella Pezzoni (Carruggi), Carla Piazza (Figura generosa), Ercole Piga (Case silenziose), Franco Pizzi (Torso), Gaby Pizzi (Cascata di colori), Angelo Fabio Podestà (Un bosco, serie Padus – 31/01/2004), Franca Puppo (Fondale Caraibi), Giorgio Rastelli (Donna nel prato), Natalia Resmini (Bagnanti a Honolulo),  Daniela Ramina Rossetti (Wild Horse), Fede Rossi (Alter ego), Francesco Rossi (Prima del temporale), Giuseppe Serafini (Bagnante), Carlo Scrocchi (Italia), Michele Stragliati (L’abbraccio), Emilio Tadini (Natura Morta), Italo Tagliaferri (Punto interrogativo), Elio Turci (Plexus), Giuseppina Vey (Sguardo), Enzo Vescovi (Il Po a Piacenza), Silvano Vescovi (Lacrime degli arcangeli di Dio), Mariacristina Vigevani (Affacciarsi alla finestra della vita cercando il Sole anche quando non c’è), Giorgio Visconti (Casale e campi sulle falde dell’Appennino emiliano), Gianni Zambianchi (Il poeta), Gianluigi Zoncati (Pesci), Galleria Arte Contemporanea Nuovo Spazio (Monumenti Egiziani – Autore Stucchi), Galleria Antiquaria di Ernesto Meazza (Portasigarette in argento), Antiquario Luciano Donati (Vaso azzurro con rosa – Autore Egidio Marulli), Iori Casa D’Aste (Paesaggio con case – Autore Alfredo Soressi) e (Nudi di donna – Autore Luigi Arrigoni). Quadri, statue, foto d’autore e tanto altro a disposizione di un pubblico esigente e raffinato come quello piacentino che sa sempre apprezzare le buone opere e rispondere unitamente a raccolte fondi che aiutino la ricerca.

Soddisfatti gli organizzatori, da Stefano Iori della Iori Casa d’Aste a Franca Puppo, apprezzata presidente dell’associazione ArteSfera, che ha sottolineato il grande valore artistico dei quadri in asta ed ha espresso soddisfazione per aver coinvolto tutti questi “amici” che impreziosiscono l’arte piacentina, fino ad arrivare all’avvocato Romina Cattivelli presidente dell’associazione Armonia che ha proposto di destinare il ricavato per una borsa di studio ad un chirurgo che verrà a lavorare nel reparto di Senologia di Piacenza.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.