Quantcast

Arti e mestieri del passato a parco Lucca di Fiorenzuola

Arti e Mestieri del passato sabato 26 e domenica 27 maggio al Parco Lucca 

Più informazioni su

Arti e Mestieri del passato sabato 26 e domenica 27 maggio al Parco Lucca 
 
Fiorenzuola, 25 maggio 2012  – Sabato 26 e domenica 27 maggio torna al Parco Lucca di Fiorenzuola la rassegna “Arti e Mestieri”, giunta alla ventiduesima edizione. La rassegna, organizzata dal gruppo “Arti e Mestieri”, dal Coro Folk e dal Comune di Fiorenzuola, rappresenta un omaggio ai mestieri, ai giochi e alle tradizioni del passato. La manifestazione verrà inaugurata sabato 26 maggio alle 9.30 alla presenza degli alunni delle scuole elementari.
 
“Arti e Mestieri – ha osservato il sindaco Giovanni Compiani durante la conferenza stampa di presentazione – è uno degli eventi più attesi del nostro calendario primaverile, soprattutto dai bambini. E’ una festa tutta dedicata a loro: rappresenta l’evocazione dei lavori di un tempo, per fare divertire i bambini e per fare capire loro come si viveva a Fiorenzuola qualche decennio fa. Voglio ringraziare per il consueto gran lavoro Claudia Verdiani, il Coro Folk e tutti gli artigiani e i volontari che ogni anno impreziosiscono con la lro presenza Arti e Mestieri”.
 
Claudia Verdiani, insieme a Renata Molinari, in rappresentanza del Coro Folk, hanno ricordati gli appuntamenti che scandiranno l’edizione 2012 di Arti e Mestieri: “Dopo l’inaugurazione del sabato mattina, dalle 14,30 spazio ai laboratori e alle botteghe con le sarte, i falegnami, i fabbri, le cestaie,  le ricamatrici, gli allevatori dei bachi da seta, le magliaie, gli apicoltori, i contadini, le cuoche, gli artigiani della creta, i casari, i ciabattini e tanto altro. Un laboratorio curato dal Forno del Ponte sarà dedicato alla preparazione del pane piacentino”. 
 
Sempre sabato, dalle 15, la consueta raccolta dei detti piacentini curata da Franco Meneghelli, la visita del parco sul trenino e lo scambio di figurine curato dal Circolo Filatelico e del Collezionismo. Dalle 16 l’apertura della scuola elementare di una volta, i giochi d’altri tempo, la ferratura del cavallo e la presentazione del libro “Le rane al guinzaglio”, di Giovanna Fazio. 
Domenica 27 maggio alle 10 la riapertura dei laboratori e delle botteghe artigiane, mentre una cartomante sarà a disposizione dei visitatori per leggere il passato e prevedere il futuro; dalle 15 giro del parco sul trenino e sul carro trainato dal mulo, insieme alla musica del Coro Folk, con le più celebri canzoni popolari del territorio. Alle 16 la presentazione del libro “La seta di Abramo, Gelsi, attività tessile e comunità ebraiche tra la via Emilia e il Po”, del ricercatore fiorenzuolano Franco Sprega. Nei due giorni della manifestazione (ad ingresso libero) in viale Cairoli saranno esposti i trattori d’epoca. 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.