Quantcast

Callegari (Fli): rilanciamo il progetto di Andrea Paparo 

Riportiamo l'intervento a firma di Fabio Callegari coordinatore provinciale di Fli

Più informazioni su

Riportiamo l’intervento a firma di Fabio Callegari coordinatore provinciale di Fli

Si è appena chiusa a Piacenza un’intensa campagna elettorale. È stata, come in tante altre occasioni, un grande momento di crescita e di formazione personale e collettiva.
Purtroppo non abbiamo vinto la sfida elettorale, ma siamo riusciti comunque ad imprimere un nuovo metodo alla politica piacentina.
Chi avrebbe scommesso, solo pochi mesi fa, che a Piacenza vi fosse un gruppo di giovani, anzi giovanissimi, in grado di reggere da solo un movimento e disposto a lottare per un’idea, per una città più viva? Chi avrebbe mai creduto che quel manipolo di “ragazzotti”, come venivamo definiti da alcuni dinosauri della politica piacentina, sarebbe riuscito ad esser coerente con quella che è la natura di un’elezione amministrativa?
Pochissime persone, tra le quali sicuramente il candidato Sindaco Andrea Paparo.
A Piacenza eravamo chiamati a scegliere il Sindaco della città. Gli equilibri nazional-ideologici non c’entravano nulla. Dovevamo scegliere tra due persone, tra due progetti, tra due modi di fare, tra due idee diverse della città.

Abbiamo voluto unire, ripartendo dalla società civile, dal civismo. Abbiamo investito su noi stessi, sul nostro entusiasmo e sulla convinzione che la gente comune, come noi, oggi è disinteressata dalle beghe dei politici nazionali.
Abbiamo avuto ragione: in un solo mese siamo riusciti ad accumulare, come lista civica Piacenza Viva, e senza alcun contributo pubblico, un importante risultato elettorale che ha visto, tra più votati, due giovanissimi della politica nostrana: Alessandro Massa e Marco Colosimo (25 e 21 anni).
Un merito particolare va riconosciuto ad Andrea Paparo; una persona in grado di ascoltare ed unire persone con una visione ed una storia politica differente ma comunque unite dal desiderio di avere una città più Viva, Sveglia e Libera.
Credo che Piacenza sia stato un ottimo laboratorio politico; la politica infatti non può abdicare a favore dell’estremismo; la politica deve trovare il coraggio di rischiare, come ha fatto Paparo, nella speranza di riuscire a rinnovarsi, di evolversi e poter offrire ai cittadini un futuro migliore del presente.
Per tutte queste ragioni mi auguro che il progetto che Andrea Paparo ha offerto ai piacentini non venga archiviato; al contrario mi auguro che venga rilanciato e che continui, come ha fatto in poco più di un mese, ad avvicinare quelle tante energie pulite che sono presenti nella società piacentina. Ad una pessima politica parlamentare non vogliamo certo ribattere con l’antipolitica: noi preferiamo costruire una buona politica. Una politica che ragioni con la testa, forte del contributo delle migliori competenze locali, e non con la pancia.

Fabio Callegari
Coordinatore Provinciale FLI Piacenza

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.