Quantcast

Carini (Pd): “Dalla Regione sbloccati 618mila euro per Piacenza”

“Lo scorso 2 maggio, con una delibera approvata dalla giunta Errani, - afferma Carini – la Regione ha concesso al comune di Piacenza 618mila euro, mentre alla andranno Provincia 536mila euro. Si tratta di risorse ingenti che serviranno a dare respiro alle casse degli enti locali e a pagare i fornitori”.

Più informazioni su

“Un vera boccata di ossigeno per gli enti locali piacentini e per l’economia locale, ancora una volta la Regione mette in atto pratiche concrete per rimettere in moto la crescita sui territori”. Marco Carini, consigliere regionale piacentino del Partito Democratico, rimarca con queste parole la scelta della giunta regionale emiliana di sbloccare altri 21 milioni di euro a favore dei 160 Comuni e delle sei Province che l’anno scorso fecero domanda per accedere al fondo di compensazione attivato dalla Regione, nell’ambito della legge regionale sul patto di stabilità. “Lo scorso 2 maggio, con una delibera approvata dalla giunta Errani, – afferma Carini – la Regione ha concesso al comune di Piacenza 618mila euro, mentre alla andranno Provincia 536mila euro. Si tratta di risorse ingenti che serviranno a dare respiro alle casse degli enti locali e a pagare i fornitori”.

“Voglio ricordare – continua il consigliere regionale – che per effetto della legge sul patto di stabilità territoriale, la Regione nell’ottobre del 2011 mise già a disposizione degli enti locali circa 105 milioni di euro, di cui 84 milioni come propria capacità di spesa (compensazione verticale) e altri 21 milioni recuperati dalle risorse di Comuni e Province che non potevano essere spesi (compensazione orizzontale)”.

“Le misure prese dalla giunta Errani – sottolinea Carini – rientrano in quel quadro di efficienza che proprio oggi il presidente nazionale di Unioncamere Ferruccio Dardanello ha affermato vorrebbe vedere trasferito in tante altre regioni italiane, definendo l’Emilia Romagna un esempio ‘che mi piacerebbe potesse fare scuola’”.

“Da tempo la strategia economica della nostra Regione – fa notare Carini – è quella delle azioni coordinate e mirate al sostegno del credito e degli investimenti, altrimenti congelati dalla crisi. Nel nostro territorio l’imperativo di coniugare al rigore anche provvedimenti concreti per la crescita è parte integrante dell’azione di governo dell’amministrazione Errani e gli effetti benefici del patto di stabilità regionale ne sono un’ulteriore riprova che gli enti locali misureranno direttamente”. 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.