Quantcast

Centrale unica 118, Lusenti: “Scelta qualitativa”. Pollastri: “Noi contrari”

L'assessore regionale: "L’unificazione consente di utilizzare le tecnologie più avanzate ed usufruire delle migliori professionalità a livello locale.” La risposta del consigliere: "Per noi l’attuale sistema tutela maggiormente l’efficienza del servizio"

Ci sarebbe una motivazione tecnica non economica alla base della scelta della Regione di accorpare le centrali del 118 delle Provincie dell’Alta Emilia, almeno secondo quanto spiegato oggi in Aula dall’Assessore Regionale alla Sanità Carlo Lusenti in risposta ad un’interpellanza del Consigliere del PdL Andrea Pollastri.

 

L’idea è di creare su tutta l’Area Vasta Emilia Nord (AVEN), che comprende le sette ASL di Piacenza, Parma, Reggio Emilia e Modena, un’unica centrale del 118 che si occupi della raccolta delle chiamate, dello smistamento e dell’invio delle ambulanze.

Chiedendo conto della veridicità di queste indiscrezioni e delle motivazioni che ne sarebbero alla base, Pollastri ha evidenziato, come già fatto dal Presidente della Provincia di Piacenza Massimo Trespidi, il buon funzionamento della Centrale 118 piacentina e l’inopportunità di sopprimerla “Perché – ha detto – ha raggiunto negli anni un notevole livello di eccellenza e la conformazione del territorio piacentino, in gran parte montuoso e poco popolato, richiede una conoscenza approfondita da parte degli operatori al fine di fornire un’indicazione certa e un’esatta localizzazione ai servizi di emergenza, conoscenza che può essere garantita solo da una struttura presente in loco.”

Lusenti, dal canto suo, ha ripercorso il disegno di riforma delle strutture sanitarie cominciato con l’approvazione, nel 2003, del Piano Sociosanitario da cui sono scaturite le Aree Vaste che avevano, tra le loro finalità, non solo la riduzione dei costi ma anche il miglioramento qualitativo e tecnologico dei servizi, la condivisione delle risorse e l’omogeneizzazione degli standard. dell’offerta assistenziale.

L’Area Vasta Alta Emilia, nata l’8 aprile 2004, in questi anni ha consentito di  coordinare specifici gruppi tecnici di lavoro su vari aspetti clinico-assistenziali, acquisire in modo integrato medicinali, beni e servizi, attivare pratiche e procedure amministrative comuni, gestire il polo logistico unico (Magazzino centralizzato), svolgere attività di ricerca, formazione e informazione.

Ora si vorrebbe passare anche all’unificazione dei servizi di emergenza, ipotesi attualmente al vaglio di un gruppo tecnico che ne sta valutando al fattibilità anche per la zona dell’Emilia centrale che comprende la città di Bologna ed ha oltre un milione di utenti. Esiste comunque il precedente della Romagna, dove tra il 2006 ed il 2008 fu sperimentata un Centrale 118 unificata che oggi funziona regolarmente: quella scelta, allora osteggiata, a detta dell’Assessore, si è poi rivelata un successo dal punto di vista gestionale ed ha consentito di liberare sul territorio numerosi infermieri prima impegnati a seguire le Centrali 118 delle singole ASL.

“Attendiamo le valutazioni del gruppo tecnico – ha chiosato Lusenti – tuttavia intendo sottolineare che lo scopo dell’unificazione a livello di Area Vasta non è economico bensì qualitativo perché consente di utilizzare le tecnologie più avanzate ed usufruire delle migliori professionalità a livello locale.” “L’Assessore ha dato la sua risposta chiarendo le sue motivazioni – ha replicato Pollastri – noi riteniamo invece che l’attuale sistema tuteli maggiormente l’efficienza del servizio, per questo monitoreremo la situazione in attesa di conoscere i risultati del lavoro del gruppo tecnico.”

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.