Quantcast

Comunali, Polledri incontra il presidente della provincia di Lodi

“Puntiamo a una sinergia con Piacenza su imprenditoria, trasporti, turismo, valorizzazione del territorio, servizi e anche con un progetto per la creazione di un distretto energetico tra Piacenza, Lodi e Cremona”. Il presidente della Provincia di Lodi, Pietro Foroni, lo ha detto questa mattina per appoggiare la candidatura a sindaco di Massimo Polledri.

Più informazioni su

“Puntiamo a una sinergia con Piacenza su imprenditoria, trasporti, turismo, valorizzazione del territorio, servizi e anche con un progetto per la creazione di un distretto energetico tra Piacenza, Lodi e Cremona, di cui si sta già discutendo fra le tre Province”. Il presidente della Provincia di Lodi, Pietro Foroni, lo ha detto questa mattina in una conferenza stampa per appoggiare la candidatura a sindaco di Massimo Polledri. Con Foroni c’erano anche il sindaco di Casalpusterlengo, Flavio Parmesani, Mirco Villa responsabile Enti locali della Lega lodigiana, il sindaco di Ziano, Manuel Ghilardelli. A Polledri, inoltre, è arrivato il pieno sostegno degli altri due sindaci leghisti di Bobbio, Marco Rossi, e di Castellarquato, Ivano Rocchetta. Tutti si sono detti d’accordo nel portare avanti la rivolta fiscale contro la tassa sulla casa ritenuta ingiusta dell’Imu.

Il 27 maggio, dalla località “Morti della Porchera”, partirà una barca per la navigazione turistica fluviale e “grazie al bando della Fondazione Cariplo – ha continuato Foroni – abbiamo attivato un investimento sulla Via Francigena e sul collegamento tra le due sponde”. Tanti i temi comuni sulle due sponde, a partire dai pendolari sulla tratta Piacenza-Milano. Polledri si è impegnato far fare una fermata ai treni ad alta velocità, al mattino e alla sera, anche per i pendolari come avviene in Francia. “Ci potrebbero essere collegamenti anche con Expo 2015 – ha spiegato Foroni – perché a Lodi nasce il Parco tecnologico padano per la ricerca in agricoltura, grazie al contributo della Regione”. Infine, le Fiere di Verona, dopo l’accordo con il sindaco Flavio Tosi, gestiranno le fiere di Lodi in relazione agli eventi dell’Expo”.

Parmesani, sindaco di Casalpusterlengo dal 2009 ha cambiato il volto alla città dopo anni di amministrazioni di sinistra. Controllando i contributi dei servizi sociali, Parmesani ha fatto nel 2011 quelli agli immigrati: “Fino ad allora il 60 per cento dei contributi andava al 15% degli immigrati. Dal 2009 non sono state assegnate nuove case popolari a stranieri, applicando la legge che prevede che non si ha diritto a una lloggio se non si ha un lavoro regolare; modificando il regolamento di polizia municipale sono spariti i venditori occasionali davanti a cimiteri, nei parcheggi, davanti all’ospedale”. Sulla sicurezza, invece, Parmesani ha attivato un controllo automatico delle targhe, attraverso le telecamere che segnalano se un’auto è rubata, oltre ad aumentare il numero di agenti della polizia municipale”. Polledri ha concluso: “Sono esempi da seguire. Vogliamo fare squadra con la parte più avanzata della Lombardia invece che con quella dei comunisti dell’Emilia Romagna”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.