Quantcast

Frane, Pollastri: “Perché la Regione ha ignorato le richieste di Bettola?”

“Come chiesi Lugagnano – dice il consigliere - invito la Regione a fornire a Bettola un contributo almeno per la messa in sicurezza delle frane e la normalizzazione della viabilità”

Più informazioni su

“Innumerevoli richieste da parte del Comune di Bettola ma la Regione non ha mai risposto”: con un’interrogazione Andrea Pollastri (PdL) ha chiesto le ragioni di questo comportamento. Il territorio di Bettola, infatti, da anni è piagato da numerose frane che hanno comportato gravi danni alle strade e ai privati: “Già nel 2009 – ricorda il consigliere – l’Ufficio Tecnico del Comune ha stimato che il loro ammontare fosse oltre i 2 milioni di euro, valore che non comprendeva gli interventi sulla strada comunale che collega il Capoluogo con l’abitato di Murlo, la cui quantificazione richiedeva competenze geologiche non in possesso dell’Ufficio Tecnico”.

“La cifra è ulteriormente salita a seguito di nuovi dissesti verificatisi nel 2010 e nei primi mesi del 2011, che , tra l’altro, hanno interessato le località Agnelli e Casella, rischiando di lasciare isolato l’abitato di Groppoducale. Al peggiorare della situazione ha fatto seguito il moltiplicarsi delle comunicazioni, la prima delle quali il 29 aprile 2009 a cui ne sono seguite numerose sino all’ultima del 29 marzo 2011, in cui il Comune chiedeva alla Regione un aiuto per poter ripristinare le normali condizioni di viabilità, mettere in sicurezza i fronti franosi e compensare i danni subiti dai privati. A queste richieste, però, non è mai stata data alcuna risposta”.

“Lo scorso 22 aprile, insieme al Sindaco Simone Mazza, ho compiuto un sopralluogo alle frane di Bettola, in particolare a quella di Missano-Murlo, – fa sapere Pollastri – e ho potuto riscontrare la gravità dello stato in cui versa il territorio bettolese, a fronte di ciò non comprendo come la Regione possa ignorare le richieste che vi provengono.”

“Ritengo inoltre inspiegabili le mancate risposte della Regione – prosegue l’azzurro – non solo perché le richieste di Bettola sono assolutamente legittime nel merito, ma
anche perché provengono da un Ente Locale emiliano-romagnolo, nei cui confronti l’atteggiamento della Regione non dovrebbe essere arrogante bensì di collaborazione.”

“Come segnalato qualche mese fa rispetto al Comune di Lugagnano, che si trovava in una situazione analoga, – dice ancora Pollastri – troppo spesso la nostra Regione “si dimentica” dei Comuni piacentini, un atteggiamento che merita delle spiegazioni da parte dell’Ente di Viale Aldo Moro.”

“Come chiesi allora per Lugagnano – chiosa il Consigliere Regionale – invito la Regione a fornire a Bettola un contributo almeno per la messa in sicurezza delle frane e la normalizzazione della viabilità, poiché i Comuni montai, specie di questi tempi, non riescono a far fronte a spese tanto ingenti.”

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.