Quantcast

Giochi della gioventù di Piacenza, buona la seconda foto

L’evento, che nell’arco di due giornate coinvolge complessivamente circa 600 studenti della nostra provincia, è dedicato come da tradizione alle specialità dell’atletica leggera

Più informazioni su

Seconda giornata allo stadio “Pino Dordoni” dell’edizione 2012 dei “Giochi della gioventù”, la grande iniziativa sportiva organizzata dal Coni Provinciale di Piacenza e dall’Ufficio Scolastico Provinciale e destinata ai ragazzi di prima media.

L’evento, che nell’arco di due giornate coinvolge complessivamente circa 600 studenti della nostra provincia, è dedicato come da tradizione alle specialità dell’atletica leggera. Oggi hanno inaugurato i Giochi i primi 300 studenti delle scuole di Rivergaro, Pontenure, Carpaneto, San Giorgio, San Nicolò, Borgonovo, Cadeo e dell’Anna Frank. “I ragazzi – precisa il coordinatore tecnico del Coni piacentino, Tiziano Barboni – si sono cimentati in nove diverse prove dell’atletica leggera tra lanci, salti e corse: lancio del peso, lancio della palla medica, lancio del vortex, salto in lungo, salto triplo, corsa veloce, corsa ad ostacoli, staffetta e prova d’agilità. Il tutto all’insegna della sportività e del divertimento dato che i “Giochi della gioventù”, pur prevedendo la consegna di una medaglia uguale per tutti i partecipanti, non contempla la compilazione di classifiche.

Lo scopo, infatti, è quello di avvicinare i giovani all’atletica leggera senza l’assillo del risultato e senza l’eccessiva esasperazione dell’agonismo, coinvolgendo non il singolo studente ma tutta la classe e, quindi, anche i ragazzi diversamente abili”. Divertimento ed entusiasmo palpabile tra i 300 atleti scesi in campo questa mattina al “Dordoni” in questa prima giornata dei “Giochi della gioventù”. “Eravamo abituati a “Giocosport” – commenta un ragazzo della scuola Anna Frank – che ci ha accompagnato per tutti i cinque anni della scuola elementare. I “Giochi della gioventù” sono sicuramente più impegnativi ma altrettanto divertenti e pur non prevedendo classifiche ci offrono comunque la possibilità di misurarci con noi stessi, confrontando tempi e misure dei salti e dei lanci. Una bella iniziativa, anche per chi non pratica abitualmente alcuna attività sportiva”.

Sulle nove postazioni, oltre ai tecnici del Coni, sono presenti in queste due giornate anche gli studenti del Liceo “San Benedetto” in veste di giudici, di arbitri ed accompagnatori a completamento di un percorso formativo che prevede come stage proprio la presenza ai Giochi. Domani, seconda ed ultima giornata con altri 300 studenti di prima media.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.