Quantcast

Girometta (Pdl): “Giardino della Pace, le lamentele dei cittadini” 

L'apertura di un nuovo giardino è potenzialmente e sicuramente un evento positivo, più verde, più punti di ritrovo.. ma, in questo caso, visto il malcontento dei cittadini non c'è tanto da festeggiare

Più informazioni su

Inaugurazione “ Giardino della Pace “ – Intervento della candidata del Pdl Maria Lucia Girometta

E’ stato inaugurato recentemente “ Il Giardino della Pace”. L’amministrazione uscente ha infarcito l’evento con discorsi altisonanti e, ahimè, spot promozionali, degni di un’inaugurazione casualmente prossima alle elezioni comunali, ma, purtroppo, non ha tenuto adeguatamente conto del fatto che ai cittadini non bastano le grandi parole, i cittadini vogliono i fatti.
Infatti, immediatamente dopo l’inaugurazione, qualche abitante della zona limitrofa si è fatto portatore di alcuni disagi:

– Prima di tutto, l’accesso al Giardino è possibile attraverso otto accessi con otto cancelli da aprire e chiudere tutti giorni – anche questa mattina il giardino non è stato aperto all’ora stabilita.
– Su ogni cancello sono appesi cartelli che vietano l’ingresso nella zona verde ai cani, mentre all’interno del giardino è presente la segnaletica che impone di tenere il cane al guinzaglio – chiara la contraddizione, chiara la confusione nei cittadini, chiara la probabilità di equivoci in futuro.. le infrazioni sono sanzionate con profumate multe.
– Il prato è disseminato di pietre più o meno grandi; non causeranno forse difficoltà quando si dovrà tagliare l’erba?non risulteranno essere pericolosi per i bambini che giocano o per gli anziani a passeggio? E’ necessario prevenire anticipatamente qualsiasi situazione di rischio.
– È stata posizionata una casetta di legno che in futuro sarà adibita a bar, ma non vi sono servizi igienici.
– Nel giardino si può ammirare anche il costosissimo Ulivo che precedentemente stazionava in p.zza s.Antonino, peccato che sia ormai secco e non curato.
– Nella zona adibita a “gioco bimbi” ci sono un’altalena e uno scivolo… Dove sono le altre strutture promesse?
– Infine, dove non ci sono i pericolosi sassi e pietri, cosa c’è per terra? Ancora tanto asfalto.

L’apertura di un nuovo giardino è potenzialmente e sicuramente un evento positivo, più verde, più punti di ritrovo.. ma, in questo caso, visto il malcontento dei cittadini non c’è tanto da festeggiare, ma c’è ancora tanto da lavorare per poter finalmente offrire ai cittadini i servizi che si meritano e a cui l’amministrazione uscente non è stata in grado di provvedere!

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.