Quantcast

Impresa Compiuta, al via 12 progetti d’azienda foto

Entra nel vivo il bando "Impresa compiuta", promosso da Confindustria Piacenza per aspiranti imprenditori under 45.

Entra nel vivo il bando “Impresa compiuta”, promosso da Confindustria Piacenza per aspiranti imprenditori under 45. Nelle scorse settimane si sono chiusi i termini per la presentazione di proposte, e le 34 idee presentate sono state selezionate da un’apposita commissione esaminatrice che ne ha scelto 12. Si passa dai laboratori per dolci al design, alle linee di abbigliamento alla società di servizi in grado di reperire baby sitter o cuochi all’ultimo minuto. 

Nella sede di Confindustria si è quindi dato il via alla fase di formazione, gestita dal Forpin, alla presenza di Emilio Bolzoni, presidente di Confindustria, della vice presidente Consuelo Sartori, e dei rappresentanti di Banca di Piacenza e Cariparma, Pietro Coppelli e Silvio Bisotti. Il corso durerà in tutto 120 ore, e avrà lo scopo di fornire le competenze aspecifiche indispensabili per diventare imprenditore e aiutare i partecipanti a tradurre in un business plan il loro progetto di impresa e quindi, a verificare la fattibilità e sostenibilità della loro idea. 

Una volta steso il business plan, i partecipanti dovranno presentare i documenti richiesti agli istituti di credito partner del progetto ( Banca di Piacenza, Cariparma e Banco Popolare, divisione Banca Popolare di Lodi ) che, insieme al consorzio fidi Fidindustria procederanno ad una pre-istruttoria della pratica di affidamento, mentre il comitato di valutazione, integrato a questo punto anche dai rappresentanti degli istituti di credito e di Fidindustria, sceglierà i business plan ritenuti realizzabili e finanziabili, quindi quelli che potranno accedere alla fase finale.
I potenziali neo imprenditori saranno accompagnati, dai promotori del concorso, verso la costituzione della propria azienda mediante un fattivo apporto nell’espletamento delle pratiche richieste. Inoltre, le neo imprese costituite avranno accesso ad un finanziamento fino a 50mila euro in assenza di garanzie reali. Ai neo imprenditori saranno affiancati altrettanti imprenditori o manager esperti che avranno una funzione di Tutor nei primi 6 mesi dallo start up.

I progetti sono 12, proposti da 15 aspiranti imprenditori: Adesign (Davide Arbasi), Green Village (Giovanni Cristalli), Piacenza Viva  (Marcello Gandolfi, Simone Quagliaroli), Gtech (Paolo Garello), G.S.C. (Michele Alberto Grecchi), Dolce – Mente (Giorgia Gorra), Gastromania (Danilo Mazzocchi), Kinkys Art & Repair (Francesca Rossi), Exprecity (Nicola Pinna Nossai), Il posto delle fragole (Arianna Santoro, Chiara Spotorno, Laura Sacchi), Ainp Style (Genoveffa Schillaci), Fruiboo (Ilaria Vesentini). 

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.