Quantcast

La viabilità del Montale approda a Roma. Polledri (Lega): “Favorisce l’Ipercoop”

Il ridisegno della viabilità del Montale approda in Parlamento, grazie ad un'interrogazione del parlamentare leghista Massimo Polledri. 

Il ridisegno della viabilità del Montale approda in Parlamento, grazie ad un’interrogazione del parlamentare leghista Massimo Polledri. L’onorevole Polledri sollecita infatti i ministri delle infrastrutture e dello sviluppo economico in merito “alla volontà manifestata dall’Amministrazione comunale di Piacenza di apportare modifiche al sistema viabilistico in via Emilia Parmense in prossimità della tangenziale sud, località Montale. La zona – scrive Polledri nell’interrogazione – già oggetto di precedenti lavori, ha registrato un sensibile calo (si calcola il 40%) del giro d’affari dovuto alla presenza dei cantieri prima e dell’opera finita poi, che hanno negato e continuano a negare la necessaria visibilità alle numerose attività commerciali ivi presenti. Se si decidesse di intervenire con modifiche agli svincoli stradali – osserva il parlamentare leghista – bisognerebbe perseguire lo scopo di valorizzare il Montale e non di penalizzarlo ulteriormente”. 
 
“Considerato che è necessario tutelare gli investimenti non solo delle Ipercoop e dei grandi centri commerciali ma anche quelli dei singoli individui e delle medio piccole società, numerosi nella frazione Montale di Piacenza – fa notare – risulta quantomeno discutibile la necessarietà dei lavori di modifica agli svincoli stradali interessanti una via, quale l’Emilia Parmense, che vanta una storia millenaria. Chiedo quindi al Governo quali iniziative il Governo intenda porre in essere per evitare danni irreversibili alle attività commerciali troppo spesso sacrificate per dar invece lustro alle grandi catene commerciali”.
 
 
 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.