Quantcast

Paparo “chiama” i grillini: “Ecco le mie proposte in comune con voi”

Il candidato sindaco del centrodestra Andrea Paparo "chiama" il Movimento 5 Stelle e sottolinea i punti in comune con il suo programma, a partire dagli impegni di trasparenza e partecipazione. "Sedute di Consiglio comunale in diretta online"

Più informazioni su

Avances politica del candidato del centrodestra alle comunali di Piacenza nei confronti del Movimento 5 Stelle: “Ecco le proposte in comune con voi” – afferma Andrea Paparo nella nota che segue.

Andrea Paparo ribadisce impegni che vanno nell’ottica della trasparenza e partecipazione. Una trasparenza che, nelle intenzioni del candidato 38enne dovrà partire proprio dall’aula, che verrà dotata di telecamere per la trasmissione in streaming del Consiglio comunale. Un Consiglio dove, grazie all’introduzione di una forma di confronto preventivo, approderanno proposte già vagliate dai cittadini, dato che, dice Paparo, ogni decisione e proposta avanzata dalla Giunta, prima di andare in aula, verrà inviata per via telematica alle parti sociali, alle categorie economiche, alle associazioni e ai comitati di cittadini in modo da poter raccogliere osservazioni prima di tornare in Giunta in vista del definitivo approdo in Consiglio.

Una volta prese le decisioni, per Paparo, è però necessario introdurre una forma di controllo. Per questo verrà introdotta la pubblicazione on line tutti gli atti, i bandi, i tempi di realizzazione degli interventi, le spese e le fatture con codice a barre per la tracciabilità totale di ogni operazione. Si tratta di misure volte all’ammodernamento della macchina comunale e che saranno parte integrante dell’agenda digitale di cui dovrà dotarsi il Comune in modo da fissare una tabelle di marcia per la progressiva riduzione dei costi gestionali in favore di un incremento della trasparenza.

Per permettere ai cittadini di accedere ai servizi comunali comodamente seduti dal computer di casa, Paparo ha in mente l’implementazione del wi-fi libero e della banda larga per i piacentini, la rotta su cui puntare per un reale ammoderrnamento dell’Amministrazione che, mentre qualcuno vorrebbe ancorata alla costruzione di nuovi palazzi degli uffici, Paparo immagina improntata allo stop al consumo di terreno, al recupero del patrimonio edilizio esistente e che incentivi la produzione di meno rifiuti.

Tutte queste misure, però, possono risultare superflue senza un reale segnale di trasparenza. Per questo, Paparo ha annunciato che renderà pubbliche le retribuzioni , i rimborsi e altri eventuali compensi derivanti dall’incarico politico-amministrativo, intenzionato a pubblicare sul sito del Comune anche le informazioni relative all’attività professionale prima durante e dopo il mandato. Allo stesso modo, verranno pubblicate le dichiarazioni dei redditi e l’elenco delle proprietà immobiliari del sindaco e della Giunta. Infine, un segnale di partecipazione per i cittadini, con un calendario prefissato di incontri pubblici e una linea dirette (via mail e social network) per la segnalazione dei problemi.

“Credo – osserva Paparo – che questi sono tutte proposte che innovano il rapporto tra la politica e i cittadini e figurano tra i punti del Movimento 5 Stelle. Noi li condividiamo e sentiamo il dovere civico di dirlo anche pubblicamente.”

Paparo interviene in merito alla prospettata chiusura della Prefettura di Piacenza 

“La notizia della possibile chiusura della Prefettura di Piacenza rientra ormai in un fin troppo lungo elenco di notizie che testimoniamo in questi ultimi anni l’impoverimento della nostra città. 
Penso che il prossimo Sindaco dovrà battersi con forza ed energia per evitare di continuare a perdere centri decisionali pubblici privati che a turno, Roma o Bologna o chicchessia, ci tolgono. 
Mi impegnerò in questa direzione, facendo squadra con tutti i soggetti istituzionali e la città a partire anche dall’ipotesi di spostamento del 118.”

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.