Quantcast

Piace, c’è l’avviso per la seconda asta IL DOCUMENTO

Riceviamo e pubblichiamo integralmente l’avviso per la seconda asta per la vendita della società Piacenza Calcio.

Più informazioni su

Riceviamo e pubblichiamo integralmente l’avviso per la seconda asta per la vendita della società Piacenza Calcio.

TRIBUNALE DI PIACENZA
FALLIMENTO PIACENZA FOOTBALL CLUB SPA
ESPERIMENTO VENDITA AZIENDA
Il Giudice Delegato dott. Maurizio Boselli, viste le relazioni di stima ed il programma di liquidazione approvato dal comitato dei creditori il 14/5/12, con le parziali modifiche approvate in data 24/5/12, visto che il primo tentativo di vendita ai valori di stima è stato infruttuoso per assenza di offerte,
stabilisce
procedersi alla vendita mediante procedura competitiva presso il Tribunale di Piacenza, il giorno 8 giugno 2012 dell’azienda Piacenza Football Club S.p.A. con le seguenti modalità alternative:
OFFERTA n. 1
Intero complesso aziendale composto da: Diritti Pluriennali alle prestazioni dei Calciatori; Struttura ed Organizzazione Settore Giovanile; Immobilizzazioni Materiali; Compartecipazioni ex art. 102 bis N.O.I.F; Indumenti/merce store/targhe, coppe e trofei, nonchè bene immobile costituito da terreno ed annesso fabbricato descritti nella relazione di stima geom. Molinari 14/5/12
PREZZO BASE D’ASTA: € 430.000,00 (diconsi Euro quattrocentotrentamila)
OFFERTA n. 2
Intero complesso aziendale composto da: Diritti Pluriennali alle prestazioni dei Calciatori; Struttura ed Organizzazione Settore Giovanile; Immobilizzazioni Materiali; Compartecipazioni ex art. 102 bis N.O.I.F; Indumenti/merce store/targhe, coppe e trofei, senza il bene immobile costituito dal terreno ed annesso fabbricato sopra descritto
PREZZO BASE D’ASTA: € 100.000,00 (diconsi Euro centomila)
Il tutto come meglio descritto nelle relazioni di stima depositate.
Ciascun offerente potrà presentare domanda di partecipazione per una delle due offerte sopra descritte in via alternativa, pertanto ogni offerente potrà presentare una sola domanda per una sola delle due offerte.
Le domande relative alla “OFFERTA n.2” saranno prese in considerazione solo ed esclusivamente in assenza di valide e regolari domande relative alla “OFFERTA n. 1”. Pertanto la presentazione di valide e regolari domande relative alla “OFFERTA n.1” esclude le domande relative alla “OFFERTA n.2”.
In ogni caso, sia qualora venga aggiudicata l’azienda con le modalità di cui alla“OFFERTA n.1”, sia qualora l’aggiudicazione avvenga secondo le modalità di cui alla “OFFERTA n.2”, verrà aggiudicato e trasferito il complesso aziendale comprensivo di tutti i diritti connessi, nello stato di fatto e di diritto in cui si trova senza alcuna garanzia per evizione, comprensivo dei Diritti Pluriennali alle Prestazioni dei Calciatori e le Compartecipazioni ex art. 102 bis N.O.I.F., esistenti alla stipula dell’atto notarile, e non comprensivo del titolo sportivo. La società che risulterà aggiudicataria dell’asta potrà chiedere alla F.i.g.c. il trasferimento in capo a sé del titolo sportivo.
Ogni concorrente, che dovrà necessariamente essere un imprenditore collettivo con veste giuridica di società a responsabilità limitata o società per azioni, con sede nella città di Piacenza, con il nome “Piacenza” nella ragione sociale e con capitale sociale interamente versato non inferiore a € 100.000, entro le ore 12.00 (dodici) del giorno precedente la vendita (cioè entro le ore 12.00 del 7/6/12), dovrà depositare in busta chiusa presso la Cancelleria Fallimentare del Tribunale di Piacenza, formale domanda di partecipazione completa di dati anagrafici e codice fiscale allegando un certificato della C.C.I.A.A., ovvero, in ipotesi di impresa di recentissima costituzione, allegando una copia conforme dell’atto costitutivo o altra documentazione da cui risultino i poteri di firma e la composizione del capitale sociale. All’esterno della busta dovrà essere esplicitamente indicata la dizione: “OFFERTA PER AZIENDA PIACENZA FOOTBALL CLUB SPA”
La domanda dovrà inoltre contenere, a pena di irricevibilità: A) l’indicazione dell’offerta per la quale si chiede la partecipazione (Offerta n.1 o Offerta n.2); B) espressa conoscenza delle relazioni di stima; C) espressa adesione alle condizioni di gara e di vendita predisposte dai curatori nel presente regolamento di liquidazione; D) impegno formale alla contrattualizzazione del personale dipendente del Piacenza Football Club S.p.A. (n. 8 lavoratori subordinati); E) dichiarazione di avere compiuta conoscenza delle leggi, norme, regolamenti e disposizioni regolanti la materia delle società sportive calcistiche affiliate alla F.i.g.c.; F) documentazione attestante adeguatezza patrimoniale ai sensi dell’art. 52, comma 3, n. NOIF (norme organizzative interne federali).
Ogni concorrente dovrà inoltre depositare: 1) assegno circolare n.t. intestato a “Curatela Fallimentare Piacenza Football Club spa” di importo pari al 10% del prezzo offerto (che, in ogni caso, non potrà essere inferiore al prezzo base d’asta) a titolo di cauzione; 2) copia della richiesta di affiliazione alla F.I.G.C.
L’apertura delle buste avverrà presso il Tribunale di Piacenza, Cancelleria Fallimentare, il giorno 8 giugno 2012 alle ore 9.30
In ipotesi di assenza di offerenti il curatore convocherà il comitato dei creditori per pronunciarsi sull’opportunità di continuare l’esercizio provvisorio. In ipotesi di unica offerta il bene verrà aggiudicato all’unico offerente. In ipotesi di pluralità di offerenti, immediatamente dopo l’apertura delle buste, verrà indetta tra gli stessi una gara con offerte in aumento, ove ciascun rilancio non potrà essere inferiore ad € 5.000,00 partendo come base d’asta dalla più alta offerta ricevuta, l’azienda verrà aggiudicata al migliore offerente.
All’aggiudicatario perverrà, tramite telegramma, invito alla stipula di atto notarile, presso notaio scelto dai curatori, entro e non oltre 3 giorni dalla ricezione della notizia di aggiudicazione definitiva. All’atto della stipula del rogito l’aggiudicatario dovrà versare ai curatori il residuo del prezzo, pena la perdita della cauzione.
Nel caso di aggiudicazione dell’azienda con le modalità della “OFFERTA n.1” l’aggiudicatario potrà accollarsi il TFR dei lavoratori subordinati a tempo indeterminato e la relativa somma verrà dedotta dal corrispettivo.
Dalla data di stipula dell’atto notarile tutti i costi, nessuno escluso e relativi a qualsivoglia esigenza dell’azienda, sono a totale carico dell’aggiudicatario, senza possibilità di rivalsa nei confronti della curatela.
Ulteriori informazioni potranno essere fornite dai curatori fallimentari avv. Franco Spezia, tel. 0523/337390 – spezia.franco@libero.it e dott. Germano Montanari, tel. 0523/338660 – germano.montanari@studiomf.com

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.