Quantcast

Settimana della Bonifica, premiati 300 ragazzi a Chiaravalle della Colomba foto

Entra nel vivo la Settimana della Bonifica promossa dal Consorzio; infatti questa mattina nella splendida cornice dell’Abbazia di Chiaravalle della Colomba, culla della Bonifica, si sono svolte le premiazioni di circa 300 studenti piacentini che hanno brillato in due concorsi

Piacenza – Entra nel vivo la Settimana della Bonifica promossa dal Consorzio; infatti questa mattina nella splendida cornice dell’Abbazia di Chiaravalle della Colomba, culla della Bonifica, si sono svolte le premiazioni di circa 300 studenti piacentini che hanno brillato in due concorsi: concorso regionale di fotografie e cortometraggi “Scendi in difesa del territorio, metti in campo i corti – le storie e le immagini di luoghi protetti e da proteggere” organizzato da Urber (Unione Regionale delle Bonifiche Emilia Romagna) e Consorzio di Bonifica e il concorso “La Bonifica ad Alseno: dai monaci cistercensi ad oggi” (riservato alle sole scuole di Alseno). Presente alle premiazioni il Priore dell’Abbazia Padre Amedeo e il Sindaco di Alseno Rosario Milano.
 
Protagonisti della giornata sono stati quindi gli studenti della classe III^ A scuola secondaria di primo grado di Pontenure che ha vinto il premio Miglior Corto con l’elaborato dal titolo: “La Finarda: prevenzione e difesa di Piacenza”. Altra classe premiata è stata la II^ C scuola primaria di Pontenure che ha vinto il premio Migliore sceneggiatura con l’elaborato dal titolo: “Ne è passata di acqua sotto i ponti”.
Sempre nella sezione dei cortometraggi vediamo vincere anche la IV^ A della scuola primaria di Roveleto di Cadeo con l’elaborato dal titolo: “Quant’Acqua” come migliori attori. Per la sezione Migliore Fotografia ha vinto la foto della classe II^ A Scuola secondaria di primo grado di Pontenure, con la foto del fossato del Castello di Paderna.  
Il concorso “La Bonifica ad Alseno: dai monaci cistercensi ad oggi” era invece suddiviso in due sezioni: 1° Sezione: Produzioni Editoriali potranno essere presentati articoli, ricerche,  poesie, temi e racconti brevi, anche in dialetto locale; 2° Sezione: Produzioni Grafico-Pittoriche potranno essere presentati poster, manifesti, fumetti, prodotti multimediali (CD, DVD) e pannelli di piccole dimensioni. 
Per la prima sezione il vincitore della scuola primaria è stata la classe I^ A della Scuola Primaria di Alseno che ha presentato un bellissimo volume sulla vita dei monaci cistercensi e sul lavoro di bonificatore che i monaci esercitavano nelle zone di Chiaravalle; mentre per la sezione delle scuole secondarie di primo grado il primo premio è andato alla classe  III^ B della Scuola Secondaria di Alseno che ha presentato una ricerca sulla vita all’interno dei fontanili.
Per la sezione produzioni grafico-pittoriche sezione scuole primarie il primo premio è stato aggiudicato alle classi III^-IV^-V^ della Scuola Primaria di Lusurasco che hanno presentato un poster raffigurante alcuni progetti molto innovativi e particolari del Consorzio di Bonifica.
Per la sezione scuole secondarie di primo grado invece il premio rivolto sempre alla sezione grafico-pittorico è stato vinto dalla classe III^ A  della Scuola Secondaria di Alseno che ha presentato una serie di tavole raffiguranti gli animali che vivono all’interno dei fontanili, dipinti in pieno stile dei grandi pittori contemporanei e della pop-art. 
«Siamo molto soddisfatti dei risultati raggiunti» dice il presidente del Consorzio di Bonifica di Piacenza Fausto Zermani. «Ancora complimenti ai docenti e agli alunni per l’alta qualità degli elaborati prodotti, da cui emergono le due situazioni critiche che i Consorzi di Bonifica devono affrontare sempre più spesso: l’emergenza siccità e il rischio idraulico, che cresce purtroppo proporzionalmente con l’urbanizzazione e la cementificazione».
 
Questa mattina a Chiaravalle della Colomba oltre alle premiazioni, l’animatore Lorenzo Bonazzi nei panni di Messere Lorenzo Foltachioma a servizio del Marchese Corrado Cavalcabò ha spiegato e raccontato ai ragazzi la storia dell’Abbazia e di come le opere di Bonifica siano state di straordinaria importanza per quelle terre e ancora oggi continuano ad essere fondamentali per l’intero Paese. Inoltre ha coinvolto i ragazzi in un simpatico ballo, il famoso “Gioca Jouer” adattato con le parole chiave della Bonifica!!
 
Una location particolare che il presidente Zermani ha scelto per ricordare e sottolineare l’importanza del lavoro dei monaci cistercensi sulle tematiche di pertinenza del Consorzio: l’acqua, le opere e le attività di Bonifica che hanno reso fertile il territorio piacentino poiché le prime opere di bonifica vennero realizzate proprio dai monaci nei territori di Alseno e di Chiaravalle già intorno al 1100. 
 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.