Quantcast

Terremoto, aumento accise benzina e stop all’Imu Foti (Pdl): “Serve di più”

Varato un decreto legge con provvedimenti per favorire i terremotati e raccogliere fondi. Foti (Pdl): "Bene, ma faremo di più"

Più informazioni su

A copertura degli interventi a sostegno dei terremotati, il Consiglio dei ministri ha deciso l’aumento di 2 centesimi dell’accisa sui carburanti per autotrasporto e di destinare all’emergenza i fondi resi già disponibili dagli interventi di revisione della spesa (la cosiddetta spending review). Il testo varato preannuncia poi “l’individuazione di misure per la ripresa dell’attività economica. In particolare sono previsti un credito agevolato su fondo di rotazione Cassa depositi e prestiti e sul fondo di garanzia del Mediocredito Centrale” e misure per agevolare la delocalizzazione delle imprese produttive nei territori colpiti dal terremoto. Si è deciso poi di rinviare a settembre i versamenti fiscali e di contributi in scadenza a giugno. Il rinvio è stato deciso anche per le rate dei mutui, mentre vengono sospesi gli sfratti e i termini per gli adempimenti processuali. Per quanto riguarda le amministrazioni e gli enti locali, il Consiglio dei ministri ha deciso di consentire la deroga ai vincoli di spesa imposti dal Patto di Stabilità. Le eccezioni saranno consentite entro un certo limite e solo per le spese per la ricostruzione. Il decreto legge prevede, poi, la concessione di contributi a fondo perduto “per la ricostruzione e riparazione delle abitazioni danneggiate dal sisma, per la ricostruzione e la messa in funzione dei servizi pubblici (in particolare le scuole), per gli indennizzi alle imprese e per gli interventi su beni artistici e culturali”. 

Fot (Pdl)i: “Bene la deroga, ma serve di più”. “La deroga al patto di stabilità prevista oggi dal Governo per la ricostruzione dei Comuni terremotati e’ un provvedimento positivo e intelligente ma il rinvio, solo fino a settembre dei versamenti fiscali e dei contributi, rappresenta un pannicello caldo dovuto, ma di scarsa rilevanza”. Lo afferma Tommaso Foti, deputato emiliano del PdL e componente della Commissione Ambiente,Territorio e Lavori Pubblici. “In sede di conversione – conclude il parlamentare azzurro – chiederemo al Governo non solo una proroga significativamente più lunga ma anche di valutare forme di esenzione totale per le zone maggiormente colpite’’.

De Micheli (Pd): “Bene sospensione imposte, ma più poteri ai sindaci per la gestione dell’emergenza”. “Bene la sospensione di tutte le imposte e dei contributi previdenziali, ma occorre escludere dal Patto di stabilità dei comuni non solo i costi della ricostruzione, ma anche tutte le spese sostenute in questa fase di emergenza. È necessario inoltre che ai sindaci venga concessa ampia autonomia”. È il commento del deputato piacentino e responsabile PMI del Partito Democratico, Paola De Micheli, ai provvedimenti approvati dal Consiglio dei Ministri, dopo il sisma che ha colpito l’Emilia Romagna. “Sul versante delle risorse è da considerare positivo – afferma – lo stanziamento di due miliardi di euro. L’auspicio è che in seguito a un temporaneo aumento dell’accisa, previsto per senso di solidarietà nazionale, i produttori petroliferi raccolgano l’appello del Ministro Passera per una riduzione dei carburanti in grado di compensare l’aumento del costo per i consumatori”. “È più che mai indispensabile – aggiunge – che si attivino tutti i canali con le banche e il mondo del credito per giungere a un accordo per la sospensione dei debiti alle aziende colpite dal sisma”. “Gli interventi più immediati in questa fase di emergenza – conclude De Micheli – riguardano naturalmente gli sfollati, per rendere dignitose le loro condizioni di vita, e le verifiche e i controlli sulle costruzioni coinvolte dal terremoto, che devono prevedere un impegno importante di uomini e mezzi in un’area che è molto vasta. L’obiettivo è rispondere quanto prima all’esigenza di sicurezza per quelle attività che potrebbero riprendere la produzione sul territorio”. 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.