Quantcast

A Podenzano cena benefica pro Amop a km zero

Solidarietà piacentina con gusto tutto piacentino, è questa la proposta della cena benefica organizzata dal Comune di Podenzano, insieme alle associazioni del paese, nella serata di venerdì 22 giugno ai Giardini Haway.

Più informazioni su

Solidarietà piacentina con gusto tutto piacentino, è questa la proposta della cena benefica organizzata dal Comune di Podenzano, insieme alle associazioni del paese, nella serata di venerdì 22 giugno ai Giardini Haway. Tutto il ricavato della cena, realizzata con prodotti a km zero, sarà devoluta all’associazione Amop, malato oncologico piacentino. Vale a dire una realtà operante sul nostro territorio, che ha sempre sostenuto attraverso raccolte fondi la ricerca e l’attività dei sanitari in forze al dipartimento di Oncoematologia dell’Ausl di di Piacenza.

“Lo scorso dicembre possiamo dire di aver “svuotato” il nostro salvadanaio: 250mila euro che sono stati immediatamente utilizzati per finanziare 4 borse di studio per neolaureati che hanno così potuto proseguire la propria attività qui a Piacenza – spiega la presidente Amop, Romina Sangiorgi -. Con il ricavato della cena di Podenzano, iniziativa bellissima, sosterremo l’aggiornamento di tutte le figure professionali (medici, infermieri, psicologi) che si prendono cura dei nostri cari”. 

“La ricerca è il motore di una migliore cura, e questa non è una frase fatta – aggiunge Luigi Cavanna, direttore del dipartimento di Oncoematologia -. Esistono due tipi di ricerca, quella sostenuta dall’industria medica o biomedica, e quella spontanea, sostenuta da realtà locali. Ed è quella portata avanti da Amop: questo è l’investimento migliore che si possa fare, perché riguarda il proprio territorio, e non resta un punto isolato, ma è in continuo contatto con altri centri di ricerca, coiniugando rigore scientifico e rispetto della dignità del malato. Molti si chiedono, in occasioni di beneficenza, dove vadano effettivamente a finire i fondi: Amop devolve tutto il ricavato al dipartimento, perché non ha soldi da sostenere per quanto riguarda il personale”. 

“Per Podenzano c’era l’obbligo morale di partecipare, ed ho colto subito l’entusiasmo molto forte di tutte le associazioni coinvolte – aggiunge il sindaco Alessandro Ghisoni -. Spero che altri Comuni e enti decidano di fare altrettanto, per aiutare il dipartimento di Oncoematologia di Piacenza, un fiore all’occhiello del nostro sistema sanitario”. 

La cena si terrà venerdì 22 giugno alle 20 e 30, ingresso a 25 euro. Per prenotarsi chiedere in Comune a Podenzano (in orari di apertura) e nella sede Avis (mercoledì e venerdì dalle 21 alle 23). Menù: salumi e torta fritta, lasagne, pisarei, coppa arrosto, patatine fritte, insalata mista, crostate, vino e acqua. 

Hanno collaborato Pro Loco di Podenzano, Pro Loco San Polo, Avis comunale Podenzano, Gruppo Alpini, G.M. Gelindo Bordin, comitato commercianti Piazza & Strada. 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.