Quantcast

Acquisti dai caseifici colpiti dal terremoto, iniziativa della Diocesi

Iniziativa a medio termine per sostenere la produzione casearia delle imprese colpite dal terremoto in Emilia Romagna. Le parrocchie potranno ordinare prodotti per aiutare i caseifici più bisognosi di sostegno dopo il sisma

Più informazioni su

La diocesi di Piacenza-Bobbio, attraverso la Caritas diocesana, ha predisposto un’iniziativa a medio termine per sostenere la produzione casearia delle imprese colpite dal terremoto in Emilia Romagna. Di seguito alcuni passaggi del documento predisposto dagli organizzatori con le indicazioni tecniche per coloro che intendono prendere parte all’iniziativa.

Le singole PARROCCHIE propongono l’iniziativa a partire da domenica 24 giugno per chiuderla l’8 luglio (totale periodo: 2 settimane con 3 domeniche). I parrocchiani fanno gli ordini (pezzi da un kg sotto vuoto con due possibili stagionature: 10-12 mesi e 24 mesi circa) compilando il coupon che fornisce le informazioni sull’iniziativa solidale e raccoglie i dati del richiedente e le quantità richieste. I tagliandi possono essere raccolti in un contenitore in chiesa/segreteria parrocchiale.

Dal 9 al 13 luglio la Parrocchia compila una lista dei richiedenti  e comunica alla CARITAS DIOCESANA DI PIACENZA-BOBBIO il totale richiesto, attraverso la mail mondialita@caritaspiacenzabobbio.org o il tel. 0523332750. La CARITAS fa il computo totale e lo richiede ai CASEIFICI, individuati grazie all’aiuto del Prof.
Andrea SUMMER (Facoltà di Medicina Veterinaria dell’Università di Parma). Quindi provvede al ritiro di quanto richiesto. Inoltre la Caritas può fare lo stoccaggio in cella frigorifera (se la consegna avvenisse in anticipo sui tempi prestabiliti) all’interno del Centro Il Samaritano in Via Giordani, 12: questo per lasciare una maggiore libertà ai caseifici, alle prese con disagi vari.

Si provvederà quindi alla distribuzione intorno a metà settembre alle parrocchie, cui spetta la distribuzione ai singoli richiedenti e la raccolta di quanto dovuto che verrà poi convogliato alla Caritas diocesana. Quest’ultima provvederà al pagamento. A breve saranno fornite indicazioni relative ai caseifici individuati. Vista la natura solidale dell’iniziativa si sta provvedendo ad individuare i caseifici più danneggiati e quindi più bisognosi di un sostegno.

Per informazioni: Francesco Millione (Caritas diocesana.) millione@caritaspiacenzabobbio.org – cell. 3484493993

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.