Quantcast

Capannoni per le aziende terremotate, incontro in Camera di Commercio

Il Presidente Giuseppe Parenti lunedì pomeriggio sarà ad Unioncamere, per la riunione di Giunta, e avrà la possibilità di confrontarsi con i colleghi per verificare le azioni
messe in pratica nelle altre realtà provinciali e raccogliere i bisogni messi a fuoco nelle realtà imprenditoriali più colpite dal sisma

Convocata d’urgenza nel pomeriggio di ieri, si è svolta stamattina in Camera di commercio una riunione informale tra i consiglieri camerali finalizzata a capire come affrontare le problematiche legate al processo di delocalizzazione temporanea delle aziende emiliane oggetto del terremoto.

Il Presidente Giuseppe Parenti lunedì pomeriggio sarà ad Unioncamere, per la riunione di Giunta, e avrà la possibilità di confrontarsi con i colleghi per verificare le azioni
messe in pratica nelle altre realtà provinciali e raccogliere i bisogni messi a fuoco nelle realtà imprenditoriali più colpite dal sisma.

La proposta attualmente sul tavolo è quella di censire gli immobili ad uso produttivo che potrebbero essere messi a disposizione degli imprenditori emiliani che non
hanno più sedi idonee a continuare le attività di produzione di beni e servizi.

“Stiamo pensando ad una soluzione che ci consenta di attivare un processo solidaristico tra imprenditori” ha commentato il Presidente Parenti “l’importante è non perdere tempo perché i cicli produttivi devono riprendere al più presto. Lunedì sarò a Bologna e descriverò cosa vogliamo fare a Piacenza.” Martedì 12 giugno, alle 11, si riunirà in camera di commercio una commissione formata da tutti i consiglieri che intendono diventare parte attiva in questa iniziativa.

Nel frattempo sul sito della Camera di commercio (www.pc.camcom.it) sarà messa a disposizione una scheda con la quale raccogliere le informazioni relative agli immobili che potrebbero essere utili per una eventuale delocalizzazione. Oltre ai modelli, da trasmettere informaticamente agli indirizzi stampa@pc.camcom.it o promozione@pc.camcom.it, potranno essere allegate anche mappe o piantine descrittive.

Delocalizzazione aziende colpite dal sisma, Carini (Pd): “Bene iniziativa Camera di Commercio, Regione e province raccolgono disponibilità”

“E’ certamente positiva l’iniziativa della Camera di Commercio di Piacenza per affrontare il tema della delocalizzazione delle aziende emiliane colpite dal terremoto ed offrire la disponibilità di aree sul territorio locale”. Lo sottolinea in una nota il consigliere regionale del Pd Marco Carini, che nei giorni scorsi si è fatto latore in prima persona della proposta di avviare un censimento degli immobili sfitti o momentaneamente inutilizzati nella nostra provincia, che potrebbero essere utilizzati dalle imprese impossibilitate a proseguire l’attività nei luoghi terremotati. “La Regione e le istituzioni dei territori interessati del sisma – fa notare Carini – naturalmente si sono attrezzati per ricevere in tempi rapidi tutte le segnalazioni di disponibilità: le indicazioni possono essere fatte pervenire all’assessorato alle attività produttive della Regione, agli assessorati alle attività produttive delle quattro province emiliane colpite dal terremoto, Modena, Reggio Emilia, Bologna e Ferrara, e alle rispettive Camere di Commercio territoriali”.  “Occorre fare in fretta e offrire un segno tangibile – conclude Carini – di solidarietà tra distretti produttivi contigui, con l’obiettivo di rilanciare al più presto l’economia di una delle zone più avanzate del paese”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.