Quantcast

Enoteca di Castellarquato, Croci subentra a Gandolfi

Massimiliano Croci imprenditore vitivinicolo di Castell’Arquato è stato eletto presidente, subentrando a Eugenio Gandolfi della aziende Pusterla.

Più informazioni su

RINNOVO AI VERTICI DELL’ASSOCIAZIONE ENOTECA COMUNALE DI CASTELL’ARQUATO
Massimiliano Croci subentra ad Eugenio Gandolfi

Nei giorni scorsi l’Associazione Enoteca Comunale di Castell’Arquato, che raggruppa circa 30 aziende vitivinicole dislocate nella zona di produzione del Monterosso Val d’Arda, ha rinnovato i propri organi.
L’ Associazione nasce 40 anni fa con lo scopo di promuovere i vini e il turismo enogastronomico della zona della val d’Arda, attraverso la gestione diretta dei soci dei locali siti nel Palazzo del Podestà di Castell’Arquato destinati ad Enoteca Comunale.
Negli anni le scelte dell’amministrazione Comunale hanno affidato la gestione ad altri soggetti dei locali, ma oggi l’Associazione si sente comunque investita del compito promozionale del comparto vitivinicolo locale.

Massimiliano Croci imprenditore vitivinicolo di Castell’Arquato è stato eletto presidente, subentrando a Eugenio Gandolfi della aziende Pusterla.
“E’ sicuramente una sfida importante, ha commentato Croci, subito dopo le elezioni. Spero di riuscire, grazie all’entusiasmo che caratterizza questo consiglio, a proseguire sulla strada tracciata dal precedente presidente, al quale vanno i ringraziamenti di tutta l’Associazione per il lavoro svolto”.
“Uno degli obiettivi principali, ha proseguito il neo presidente, è sicuramente il rilancio del ruolo promozionale dell’associazione. Il nuovo consiglio ha un’età media di 35 anni, ma riteniamo fondamentale i suggerimenti di imprenditori con qualche anno di esperienza in più.
Esperienza, innovazione e tradizione. Queste saranno le parole d’ordine che ci contraddistingueranno. Intendiamo continua Croci, riaprire i contatti con le associazioni, gli enti e le Istituzioni locali, provinciali e regionali al fine di collaborare per la promozione del territorio e quindi dei nostri prodotti. Tutto questo attraverso momenti frequenti di confronto e di aggiornamento tra i soci. Sarà importante “saper vendere” il pacchetto completo territorio attraverso il web, senza dimenticare la necessità di organizzare incontri con distributori e buyer a cui proporre i nostri vini.

Ovviamente come sempre si dice, il vino è l’espressione più elevata del territorio, ciò che meglio rappresenta la filiera agricola, per cui sarà fondamentale pianificare eventi locali, ma anche la partecipazione ad eventi di livello nazionale e internazionale, con particolare attenzione ai mercati di riferimento. Insomma, conclude Croci, abbiamo perfettamente chiare le potenzialità dei nostri prodotti, a noi il compito di continuare a migliorarne la qualità, ma soprattutto di farli conoscere ai consumatori finali. Dobbiamo fare in modo che il nostro vino sia ben identificato nel panorama nazionale.

Il nuovo Consiglio Direttivo dell’Associazione:

CROCI MASSIMILIANO Presidente
VENEZIANI PAOLO Vice Presidente
TESTA MONICA Segretario
MOLINARI ANDREA Tesoriere
FERRI ANDREA Consigliere
LECCACORVI LUCA Consigliere
LUSIGNANI MARCO Consigliere

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.