Quantcast

“Il mio fidanzato non mi fa uscire di casa”. 23enne denunciato

Era stato lo stesso giovane a chiamare il 113 raccontando che il padre della propria fidanzata, una connazionale coetanea, gli aveva letteralmente sfondato la porta di casa per "riprendersi" la figlia che si trovava con lui

E’ finito con un 23enne ecuadoriano denunciato il movimentato episodio che ieri in città ha provocato l’intervento della polizia. Lo stesso giovane aveva chiamato il 113 raccontando che il padre della propria fidanzata, una connazionale coetanea, gli aveva letteralmente sfondato la porta di casa per “riprendersi” la figlia che si trovava con lui. Gli agenti sul posto ricostruivano la vicenda: tutto era iniziato poco prima, dopo una telefonata del padre alla ragazza con la quale le annunciava che sarebbe passato a prenderla per recarsi tutti insieme alla festa di compleanno di un familiare. Sentendosi rispondere con un rifiuto, cercava nuovamente di contattarla: questa volta dall’altro capo del telefono giungeva la voce del fidanzato che gli ribadiva come la ragazza non sarebbe venuta con lui. 

A questo punto l’uomo si presentava presso l’abitazione del 23enne per parlare direttamente con la figlia: questa volta la ragazza gli spiegava che era il fidanzato che non le permetteva di uscire di casa. Scoppiava così una discussione, sedata dall’arrivo della polizia. Rispetto a quanto dichiarato dal fidanzato, la porta di casa non presentava alcun danno: al termine degli accertamenti era lui che veniva denunciato per violenza privata.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.