Quantcast

Iren, il 2 luglio sciopero “virtuale” pro terremotati

Giornata di sciopero dei lavoratori Iren, indetta a Piacenza, Parma e Reggio Emilia, per la giornata del 2 luglio. Una mobilitazione "virtuale", nel senso che gli addetti si recheranno ugualmente al lavoro, devolvendo però un contributo nel fondo pro terremotati di Cgil Cisl e Uil. 

Più informazioni su

Giornata di sciopero dei lavoratori Iren, indetta a Piacenza, Parma e Reggio Emilia, per la giornata del 2 luglio. Una mobilitazione “virtuale”, nel senso che gli addetti si recheranno ugualmente al lavoro, devolvendo però un contributo nel fondo pro terremotati di Cgil Cisl e Uil. 

Le motivazioni della protesta erano già state anticipate nei giorni scorsi da Gaetano Bonetti, di Fp Cgil, e ribadite ora anche da Enzo Moggi Uil Trasporti e da Antonio Colosimo di Fit Cisl. I timori riguardano la gestione del comparto ambientale di Iren a Piacenza, oltre alla situazione complessiva della società, che versa in una difficile situazione economica. “Noi chiediamo che rientrino gran parte dei servizi che sono stati esternalizzati da Iren – dicono i tre sindacalisti -. A Piacenza la situazione riguarda in media il 35, 40% delle attività, con punte del 60% in alcuni settori. A Reggio e a Parma si arriva al 70 %, con conseguente blocco del turnover. Tutto questo comporta uno scarso controllo del servizio: non è un caso che Piacenza sia meno pulita rispetto a prima. Non solo: al momento Iren è indebitata per un importo uguale al suo valore. Alcuni fornitori non vengono pagati. Di questo parleremo con il sindaco Dosi, durante un incontro che abbiamo chiesto per domani pomeriggio alle 14 e 30”. 

Altra incognita riguarda anche l’ormai imminente chiusura del termovalorizzatore di Reggio Emilia, giunto alla fine della sua attività. Parma con ogni probabilità non autorizzerà l’apertura del suo inceneritore. “Non possiamo – concludono i sindacati – tornare indietro alle discariche”. 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.