L’asparago che Piace rilancia: happy hour pro terremotati

L’happy hour "L’asparago che Piace va in città" si farà, e i proventi saranno destinati ai nostri "cugini", colpiti duramente dai terremoti di maggio. L’appuntamento si terrà quindi il 4 giugno, a partire dalle 18 e 30, sotto i portici di palazzo Gotico. 

Più informazioni su

Doveva essere cancellato, visto che per il 4 giugno è stato indetto il lutto nazionale, ma gli organizzatori hanno preferito ad una scelta scontata e forse un po’ ipocrita, per rilanciare sulla solidarietà. L’happy hour “L’asparago che Piace va in città” si farà, e i proventi saranno destinati ai nostri “cugini”, colpiti duramente dai terremoti di maggio. L’appuntamento si terrà quindi il 4 giugno, a partire dalle 18 e 30, sotto i portici di palazzo Gotico. Tredici eccellenze della cucina piacentina si metteranno ai fornelli, mentre prestigiose cantine locali mesceranno vini raffinati, per un evento all’insegna della sobrietà (annullato l’intrattenimento musicale previsto) e della beneficenza. 

Tredici appunto gli chef gourmand presenti: Antica osteria del Teatro, Maps, Caffé Grande, Osteria del Trentino, La Fiaschetteria, Antica Trattoria da Cattivelli, Nido del Picchio, Antica Osteria della Pesa, ristorante Riva, Locanda Il Falco, La Colonna, La Palta. Presenti anche i provetti chocolatiers di Falicetto, che presenteranno un inedito bon bon di cioccolato e … asparago. I vini saranno offerti da Mosaico Piacentino, ed anche Acqua Altavalle ha dato la propria adesione. Ai partecipanti sarà chiesto un contributo di 15 euro, il ricavato sarà devoluto ai terremotati del Modenese. 

La serata del 4 giugno chiude la rassegna promossa in collaborazione con il Consorzio dell’Asparago Piacentino: in questi due mesi nei 13 ristoranti sopra citati è possibile gustare menu ad hoc, che vedevano protagonista il delicato ortaggio. Una proposta che è piaciuta agli avventori, in arrivo anche da fuori Piacenza per approfittare dell’occasione. In abbinamento alla rassegna gastronomica, anche il concorso “Inventa una ricetta”, ovviamente dedicato all’asparago. Circa 50 proposte arrivate, e non solo dal Piacentino. Il vincitore si aggiudica un weekend da sogno per due persone sulle nostre colline. 

“Non è scontato quello che è accaduto qui a Piacenza – sottolinea Claudio Cesena dell’Osteria della Pesa -, con una collaborazione positiva tra ristoratori ed altri operatori enogastronomici. In altre province non succede. Abbiamo ritenuto giusto non rinunciare a questo appuntamento e di tramutare la serata del 4 giugno in un’occasione per poter dare il nostro contributo a persone che vivono a pochi chilometri da noi e si trovano in grande difficoltà”. 

Alla conferenza stampa erano presenti anche Isa Mazzocchi, de La Palta, Betty Bertuzzi di Caffè Grande, Giorgio Cannì del Corriere della Sera, Luigi Paraboschi del Consorzio dell’Asparago Piacentino, Roberta Marazzi di Acqua Altavalle, Ludovica Lusenti e Enrico Sgorbati di Consorzio Mosaico Piacentino, Cristina Cremonesi di Themalibero Laboratorio di Eventi.  

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.